.
Annunci online

PrincipeKamar
Blog semi-serio di un Principe dalle Mille e Una Notte
 
 

Il mio profilo al 27/11/2005 data di nascita di questo blog:
Sono il Principe Kamar, figlio di re Shariman, erede al trono del Regno delle Isole Kalidan, attualmente in terra "straniera" (l'Italia), alla ricerca del mio grande amore la principessa Budur. Dopo lunghe avventure dalle Mille e una Notte, costernate di gioie e di dolori, dove il pericolo è sempre in agguato, riuscirò con l'aiuto dei Ginn e il provvidenziale aiuto della loro principessa Maimuna, a vivere come ogni fiaba si rispetti "e vissero felici e contenti"? Lo scopriremo insieme...
Seguite le mie avventure strampalate nel mio magico mondo, perché in fondo anch'io «Sono come il vento, non dirò mai che sono in procinto di partire perché, come il vento, non potrò mai dire: eccomi sto per arrivare». (Antonio Gades)

Il mio profilo oggi al 04/09/2009:
Per leggerlo clicca QUI.

I miei interessi
Amo la danza, l'arte e tutta la cultura in generale. Adoro ballare, leggere e sognare.
I sogni sono le uniche cose che mi sono rimaste e che mi mantegono ancora a galla in questa complicata e caotica vita moderna.

PER CONTATTARMI: principekamar[AT]gmail.com
eXTReMe Tracker

Heracleum blog & web tools Locations of visitors to this page ATTENZIONE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7/3/2001. Le immagini qui inserite sono pubblicate senza alcun fine di lucro, qualora la loro pubblicazione vìoli diritti d’autore vogliate comunicarmelo per una pronta rimozione. L’autore altresì dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei singoli post. Eventuali interventi dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. L’autore di questo blog si riserva il diritto di eliminare qualsiasi commento che ritenga non conforme allo spirito di questo spazio. Principe Kamar

Crea il tuo badge

letteratura
4 maggio 2011
Non avessi sperato in te
Non avessi sperato in te
e nel fatto che non sei un poeta
di solo amore
tu che continui a dirmi
che verrai domani
e non capisci che per me
il domani è già passato.


Alda Merini da "Folle, folle, folle d'Amore per te" (2002)
CULTURA
20 febbraio 2011
Appartenenza
«Appartenere a qualcuno significa entrare con la propria idea nell'idea
di lui o di lei e farne un sospiro di felicità
»
Alda Merini (1931-2009)

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Alda Merini citazione appartenenza

permalink | inviato da Principe Kamar il 20/2/2011 alle 23:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
letteratura
11 gennaio 2011
Da " La clinica dell'abbandono"
Ti aspetto e ogni giorno
mi spengo poco per volta
e ho dimenticato il tuo volto.
Mi chiedono se la mia disperazione
sia pari alla tua assenza
no, è qualcosa di più:
è un gesto di morte fissa
che non ti so regalare.


Alda Merini da "La clinica dell'abbandono" (2004)

DIARI
15 luglio 2010
Sono una persona orribile
Sono una persona orribile perché per un attimo mi sono sentito la persona più infelice sulla faccia della Terra perché su quel divano, tra le sue braccia a scambiarsi tenerezze con in sottofondo questa canzone c'è un altro uomo, e quell'uomo non sono io.

È devastante, mi sento svuotato, mi sembra di morire da un momento all'altro e invece nulla.
Ho gli occhi lucidi, vorrei piangere ma non ci riesco e se ci riuscissi forse dopo mi sentirei meglio.
Ho un nodo alla gola, vorrei urlare ma dalla mia bocca non esce alcun suono.

Sono una persona orribile perché vorrei essere il suo ragazzo solo per stare tra le sue braccia.
Sono una persona orribile perché ucciderei per essere tra le sue braccia.
Sono una persona orribile perché invidio questo sconosciuto che è il suo ragazzo.
Sono una persona orribile perché sono geloso di uno sconosciuto, senza alcun diritto.
Sono una persona orribile perché penso che con me sarebbe più felice, anche se forse non lo sa.
Sono una persona orribile perché lui merita di meglio e cioè Me e non l'altro.
Sono una persona orribile per questo e molto altro.
Sono una persona orribile perché spero che lui cambi idea e scelga me.
Sono una persona orribile perché penso tutto ciò che ho scritto qui.
Sono una persona orribile perché mi sento in colpa per aver pensato tutto ciò, perché non ne ho il diritto, perché non mi ama e me l'ha detto chiaro e tondo senza voli pindarici.
Sono una persona orribile perché con tutti problemi che ho, mi fisso su quello che razionalmente parlando non è un problema.
Sono una persona orribile perché rovino sempre tutto perché voglio di più, quel di più che più cerco e più mi viene negato.
Sono una persona orribile punto e basta, per questo non merito di essere felice, per questo sono condannato alla solitudine eterna.

«Il violino armonico che avevi dentro si è rotto per sempre. Inutile sperare. Così spero che qualcuno bussi alla porta, e non solo il vento» (Alda Merini).

Qui neanche il vento bussa alla mia porta perché non merito neanche la sua consolazione.

Chissà quanto male avrò fatto nelle mie vite precedenti per meritarmi ciò.

Devo farmene una ragione o forse dovrei solamente andare da un bravo psicoterapeuta ma parecchio bravo.

sfoglia
aprile        giugno
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Feed
blog letto 1 volte