.
Annunci online

PrincipeKamar
Blog semi-serio di un Principe dalle Mille e Una Notte
 
 

Il mio profilo al 27/11/2005 data di nascita di questo blog:
Sono il Principe Kamar, figlio di re Shariman, erede al trono del Regno delle Isole Kalidan, attualmente in terra "straniera" (l'Italia), alla ricerca del mio grande amore la principessa Budur. Dopo lunghe avventure dalle Mille e una Notte, costernate di gioie e di dolori, dove il pericolo è sempre in agguato, riuscirò con l'aiuto dei Ginn e il provvidenziale aiuto della loro principessa Maimuna, a vivere come ogni fiaba si rispetti "e vissero felici e contenti"? Lo scopriremo insieme...
Seguite le mie avventure strampalate nel mio magico mondo, perché in fondo anch'io «Sono come il vento, non dirò mai che sono in procinto di partire perché, come il vento, non potrò mai dire: eccomi sto per arrivare». (Antonio Gades)

Il mio profilo oggi al 04/09/2009:
Per leggerlo clicca QUI.

I miei interessi
Amo la danza, l'arte e tutta la cultura in generale. Adoro ballare, leggere e sognare.
I sogni sono le uniche cose che mi sono rimaste e che mi mantegono ancora a galla in questa complicata e caotica vita moderna.

PER CONTATTARMI: principekamar[AT]gmail.com
eXTReMe Tracker

Heracleum blog & web tools Locations of visitors to this page ATTENZIONE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7/3/2001. Le immagini qui inserite sono pubblicate senza alcun fine di lucro, qualora la loro pubblicazione vìoli diritti d’autore vogliate comunicarmelo per una pronta rimozione. L’autore altresì dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei singoli post. Eventuali interventi dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. L’autore di questo blog si riserva il diritto di eliminare qualsiasi commento che ritenga non conforme allo spirito di questo spazio. Principe Kamar

Crea il tuo badge

DIARI
17 aprile 2011
Un po' così


È un periodo un po' così, che vuol dire tutto e non vuol dire niente. Dovrei scrivere una mail perché ho un sacco di cose da dire, ma nello stesso tempo non so proprio da dove iniziare. È un po' un paradosso, visto che se esistesse un campionato mondiale di prolissità, probabilmente arriverei tra i primi senza  troppo faticare.
Sono piombato in una sorta di "apatia del necessario", ossia faccio giusto quello che serve e nulla più e con neanche chissà quale grande entusiasmo, il resto lo rinvio finché posso. Non mi sopporto quando sto un po' così.
Il tempo non aiuta proprio per niente, fa freddo, a tratti diluvia, a tratti c'è il sole. Per un metereopatico come me non è il massimo, aggiungiamoci che tra una settimana è Pasqua e a me vien voglia di fondermi con i muri bianchi passando inosservato, ed il quadro è appunto un po' così.
Quando sto un po' così basta un nonnulla e mi incanto perdendo la mia mente nel vuoto, ad esempio oggi avrò perso una mezz'oretta ad annusare il lillà fiorito del giardino e a sognare ad occhi aperti.
Più passa il tempo e più mi rendo conto che con la testa non ci sto proprio; e questo post è un po' così, un po' così come sto io: uno schifo. Solo che questo post è uno schifo schifo schifo, io sto solo uno schifo giusto un po' così, ma ci sono state volte che stavo ancora peggio quindi tutto sommato non mi posso lamentare perché potrebbe andare molto ma molto peggio.

DIARI
15 aprile 2011
In salita


Questa settimana è stata tutta in salita: parecchi grattacapi, parecchi sbattimenti e tanto stress.
Il tempo di scrivere qualcosa sul blog non l'ho proprio avuto, né di rispondere ai commenti; ad essere completamente sincero credo di averli "benedetti" questi intralci, perché ho avuto poco tempo per pensarlo, ma alla fine l'ho fatto comunque. In fondo, non si può impedire ad un fiume di scorrere dall'oggi al domani, così come non posso cambiare quello che provo in un batter d'occhio.

Alla fine qualche grattacapo sono riuscito a risolverlo, per qualcun altro è questione di tempo, per il resto devo solo far muovere più velocemente le rotelline del mio cervellino per trovare una soluzione che non mi porti a fare la fine di Sisifo o di Tantalo.
Devo solo avere il coraggio di prendere un paio di decisioni di petto e finirmi di gettare senza paracadute, insomma niente di eccezionale ma avrei bisogno di una spintarella giusta che tarda a venire.

Non credo nell'oroscopo, ma a quanto pare sembra che questo aprile è un po' così così, lascia molto a desiderare; ma poi da maggio in poi dovrei recuperare alla grande. Caso strano, sembra identico a quello dell'amore mio bellissimo (qui non parlo solo con gli occhi dell'amore,  oggettivamente parlando è proprio bono, oserei dire quasi perfetto e il quasi dipende dal fatto che lo sarebbe se mi amasse). Ora, passerò per un completo idiota (va be' tanto lo sono e sono pure fuori come un balcone), ma se poi questo grosso cambiamento nelle nostre vite sarebbe dovuto al fatto che riuscissimo a metterci insieme (sì, va be' sono regredito a tredicenne/quindicenne innamorato cotto e pensare che a quell'età ero molto ma molto più maturo di adesso)? Va be' sarebbe troppo bello per essere vero e sto incominciando a sparare cazzate a raffica.

Come al solito ci sto provando a cambiare quello che non va e che non mi piace, i risultati lasciano ancora a desiderare; però se il mio sub-inconscio mi desse una mano, non mi offenderei mica.  Insomma, non credo che sia normale ripetere ciclicamente dei sogni. Se prima continuavo a sognare di correrre lungo la banchina mentre il treno partiva senza di me, disperandomi per averlo perso; ora sono passato a sognare di essere strangolato da me stesso,  con tanto di ghigno soddisfatto del me stesso strangolatore e a volte pure con piacere per l'azione commessa da parte di entrambi.
Poi vogliamo parlare del mio corpo completamente anarchico? Ci sono giorni che senza un reale motivo sono uno straccio e devo essere solo rottamato, altri giorni che sono iperattivo e guai a chi mi ferma.

Insomma, alla fine della fiera, sto cercando di rimettere i miei pezzi al posto giusto e non è semplice per niente, ma d'altronde che altro posso fare?

Ps: per la cronaca preso da un attimo di follia mi sono aperto un account su Twitter ( https://twitter.com/PrincipeKamar ), e uno su Busuu.com ( http://www.busuu.com/it ), quest'ultimo per chi non lo sapesse è una sorta di social network con lo scopo di imparare le lingue.
DIARI
31 marzo 2011
Lezione di...


Preso da un attimo di follia, questa sera ho provato una lezione gratuita di kick boxing.
Ovviamente ho convinto mia sorella a fare anche lei la lezione di prova, a sua volta si è portata dietro la sua amica e così via. La lezione mi è piaciuta un sacco ma non credo che continuerò per una serie di motivi: partendo dal fatto che ho drasticamente ridotto le mie spese extra e questa spesa in più, non avendo ancora uno straccio di lavoro degno di tale nome, mi pesa troppo; passando al fatto che ci vuole troppo impegno e al momento ho bisogno di qualcosa che mi distragga e non che mi consumi i neuroni, soprattutto perché sono maledettamente pignolo e devo fare il primo della classe e non mi pare il caso; fino ad arrivare al fatto mado' ma quanto sono cessi i miei compagni di corso, si salvano solo le mie amiche che ovviamente non ripeteranno più questa esperienza, anche gli assistenti sono brutti come la fame però... il maestro sale e pepe... mi fa un sangue che non potete capire, roba che quando m'ha detto che sono troppo elastico e faccio sfigurare gli altri non so come ho fatto dal trattenermi e dirgli che a letto gli darei una dimostrazione pratica di cosa so fare! Siccome mi sentirei in colpa  nei confronti di chi mi fa battere il cuoricino e non mi calcola manco di striscio, la tentazione è tanta ma proprio tanta, e la fede non è un deterrente visto che a quanto pare i miei ormoni stronzetti si sono svegliati e ululano il libero sfogo, ecco mi pare saggio lasciar perdere la kick boxing.
DIARI
22 marzo 2011
A.A.A.



La mia autostima si è suicidata questa mattina. Ora ne cerco una nuova, ma anche usata di seconda o terza mano, tanto non ho chissà quali grandi pretese. Certo però che se la pazienza è la virtù dei forti, sono in pole position per vincere il titolo di mister uomo più forte 2011. So già che la coroncina mi starebbe da Dio; mi sto già allenando sul sorriso, affinché sia il più naturale possibile e non sia troppo forzato, e a salutare con la manina pronto a dire la mia pirla preferita riciclata anch'io sono per la pace nel mondo!


Ps: no, non è bello sentirsi dire a meno di 48 ore dalla tua laurea che il titolo con la tesi non c'azzecca un tubo e che c'è un "grosso errore" al suo interno, se non più. Ma che diavolo avete letto da ottobre fino ad ora? Dirmelo prima che consegnassi dopo il vostro via libera pareva troppo brutto? E no, sentire le vostre unghie che si arrampicano sugli specchi perché sono sbiancato all'improvviso, ho sgranato gli occhi come una lepre di fronte alle luci di un tir e la mia mandibola inferiore ha toccato il suolo, nonché sentire "rassicurazioni"/"minimizzazioni" sull'accaduto non farà cambiare la mia pessima opinione che ho di voi. Aspetto ardentemente il venerdì, sperando di riderci su.
DIARI
16 marzo 2011
Facciamo un bel check up generale


  1. Dopo un mega cazziatone per aver chiamato la presidenza della mia facoltà visto che il mio nome non risultava fra i laureandi, sembra che discuterò la tesi il prossimo giovedì alle 15, sono il dodicesimo su diciassette, ergo speriamo che non piova perché l'aula è piccola e si entra uno alla volta. Ovviamente miei cari lettori siete invitati tutti quanti.
  2. Devo riuscire ad arrivare alla seduta di laurea integro: ho già il pollice sinistro "maciullato" e di un bel colore violaceo. Per fortuna l'osso è integro ed è solo ammaccato e gonfio. Ma quanto sono stato idiota a farci cadere di sopra lo schienale della panca in palestra? Dalla vergogna non ho proferito parola, né una smorfia di dolore e non contento ci ho fatto pure i pesi. Biasimatemi: il mio cervello ha divorziato molto tempo fa da me!
  3. Finalmente ho i miei nuovi occhiali da vista, e dopo quasi un mese passato con le lenti a contatto 24 ore su 24, non ci sono più abituato e comunque sembro quasi una persona seria quindi li utilizzerò come al solito principalmente a Palazzo. Qualcuno ha azzardato somiglianze con Clark Kent in preda ad uno shock anafilattico con la faccia gonfia.
  4. Devo ricordarmi di non andare più col Re a fare la spesa: regredisce a mo' di infante e diventa molesto rimbambendomi con tremila parole e migliaia di domande al secondo.
  5. Archiviato l'affaire Belgio, non ho la più pallida idea di cosa farò dopo la laurea, però il 1° luglio sarò a Roma per aggiudicarmi uno dei magnifici sei e sottolineo sei posti da ragioniere da Napisan per un annetto. Intanto se avete alternative, idee, luoghi da cui ricominciare da zero, o più semplicemente sapete a chi devo rivolgermi per andare a contare i pinguini al polo sud o i granelli di sabbia nel Sahara (forse è meglio nel deserto del Gobi o in quello della Namibia) tutto è bene accetto; anche indicazioni di come fare l'escort for dummies. Una mia cara amica mi ha detto Islanda, peccato che con la mia immensa ignoranza a parte Bjork, il vulcano dal nome impronunciabile, la capitale Reykjavík, Emiliana Torrini, Sigur Rós, che ha una popolazione di poco più di 300.000 abitanti, il primo ministro è lesbica ed ha sposato la sua compagna e che ha una legislazione che difende tantissimo la libertà di stampa, motivo per il quale WikiLeaks ha i suoi server lì, non so nient'altro. Ma è un inizio, vero?
  6. Ho il cuore a pezzi, ma non mollo e non barcollo. Mi passerà vero? Devo trovare il coraggio di porre una domanda, ma non so fin quando convenga farla.
  7. Mi aspetta una settimana di fuoco con tanti impegni ufficiali ed ufficiosi, meglio così avrò poco tempo per pensare. Anche qui si accettano consigli sul post laurea per mantenermi attivo 24 ore su 24, che se penso troppo faccio danni e il mio pollice sinistro ne sa qualcosa.
  8. Sono allibito dal fatto che degli undicenni abbiano un profilo su facebook: gli amichetti che hanno a scuola non sono sufficienti?
  9. Giusto per chiarire, a me il blog serve anche per sfogarmi e vivere il più serenamente possibile la vita reale, non è che sto perennemente attaccato alla canna del gas nei giorni dispari, mentre nei pari affilo le lamette. Per il resto, boh! Ho il cervello in pappa ed ho esaurito tutti gli argomenti. Buona unità d'Italia!
DIARI
15 marzo 2011
Anima in pena

Mi ritrovo in una sorta di limbo e come un anima in pena mi muovo in attesa della buona novella. In realtà per definire il mio stato psico-fisico i termini più adatti sarebbero quelli di maniaco-ossessivo- compulsivo-misto ad una sorta di autismo lieve: mi manca solo il dondolìo e sono a posto. Controllo in maniera ossessiva-compulsiva il sito della facoltà di economia e la mia mail. Il primo per conoscere la data della mia laurea, la seconda perché magari qualcuno spreca 5 secondi della sua vita per mandarmi anche solo a quel paese, ma a quanto pare non sono degno nemmeno di un vaffa, che poi il problema è che ho una voglia matta di scrivergli una mail,  di togliermi quel tarlo che mi ossessiona, ma ogni volta invece di cliccare invio, la cancello. Sono un povero pazzo che ha perso da molto tempo il lume della ragione, mi manca solo votare il nano fardato e posso veramente farmi internare.
Giuro di dire la verità nient'altro che la verità, e la verità è che a me della mia seduta di laurea non frega una cippa lippa. Non fraintendetemi, ci tengo perché chiudo un capitolo brutto della mia vita, ma preferirei ben altre cose e poi se sapessi la data potrei fare il count down alla mia copertina di Linus.
Sì, lo ammetto ho usato la tesi come coperta per non mascherare i miei sbalzi d'umore frequenti. Con la scusa della tesi, tutti hanno lasciato correre, ma una volta discussa, con cosa giustifico il mio continuo up&down morale e i miei sospiri? Urge nuova scusa ufficiale.
Come se non bastasse il mio piano di exit strategy è andato in fumo e quindi niente fuga in Belgio.
A ciò si aggiunge che non sapendo la data della laurea, non riesco a programmare un bel nulla e passo il tempo a pensare ed è un male.
Non ho nessuna intenzione di festeggiare la laurea perché non ho proprio un bel niente da festeggiare, ma mi tocca fare 'sta farsa. Che poi è un paradosso festeggiare un fallimento e incensarlo; ma va be' d'altro canto molte delle persone che vorrei al mio fianco quel giorno non ci saranno ed è meglio così: meno testimoni da corrompere e/o eliminare.
Sarò esaurito di mio, ma chiamarmi ossessivamente chiedendomi la data che non so, non mi rende docile come un agnellino. Inoltre, è inutile chiedermi cosa voglio regalato perché non credo che in Italia sia legale mettere una persona dentro una scatola con addosso un fiocco rosso; e recapitarmelo; né mi pare che si possa regalare un posto di lavoro e alla fine mi rimane da chiedere un notebook ma non ditemi che sia troppo costoso allora fate quello che vi pare e amen. Purché l'obbrobbio non sia voluminoso perché non sono capace di riciclare i regali e né di venderli: in fondo ho una reputazione da mantenere. Meglio i soldi giacché sono i migliori amici di un principe.
Sto a dire una marea di cavolate mentre invece dovrei progettare il dopo coperta di Linus. E se per risolvere i miei problemi semplicemente aprissi una mappa del mondo, poi bendato  indicherei a casaccio un punto e mi fiondassi lì a iniziare una nuova vita?
Penso e penso, a me viene in mente che mi servirebbe un posto piuttosto lontano e poco frequentato, non è che per caso al polo sud cercano qualcuno che conti i pinguini? E pazienza se non amo il freddo, ma magari il freddo mi congela il cervello e smetto di pensare. O è meglio un pianeta extrasolare alla ricerca di nuove forme di vita?
Sto facendo una faticaccia enorme per resistere ad un attacco di fame nervosa, mi girano le scatole e come un animale prima di una catastrofe aspetto il big one della cazzata colossale che combinerò sicuramente prima della fine del mese.
Magari se mi si usasse come un pungiball forse rinsavisco! Mi sa che sono una causa persa più che un'anima in pena.
DIARI
12 marzo 2011
Leggendo le chiavi di ricerca
Il bello di avere un blog è anche leggere le chiavi di ricerca attraverso le quali si arriva da te, alcune sono divertenti, altre inquietanti, altre spiazzanti... e allora perché non riportarle?

Chiavi di ricerca che reputo come "proposte di matrimonio", sentimenti et similia:
  1. come sarebbe bello averti vicino a me be' la Slovacchia non è dietro l'angolo, ma mandami una mail con tanto di foto e ci faccio un pensierino!
  2. aspetto di vederti e fai bene perché non sai che ti perdi!
  3. sei un ragazzo forte se lo dici tu allora è vero.
  4. come saprei amarti io palesati perché già ti amo!
  5. lo amo ma sono piena di dubbi e gelosia e fai bene, sapessi che lista d'attesa che ho. Prendi il numerino e candidati.
  6. chissà se mi senti ora prova a chiamarmi magari là non c'è campo.
  7. brucia questo sì all'altare e quando mai avrei detto sì a qualcuno/a senza ricordarmelo?
  8. se noi stessimo insieme cosa? Prendi il numerino anche tu e autocandidati la mia mail è a lato sulla sinistra, scrivimi!
  9. sono fidanzato con me stesso ma per te mi tradirò caro amico barese con me ne varrà di sicuro la pena.
  10. tutti questi anni non ho mai cessato di amarti sono commosso, ma se me lo dicessi risolveresti un sacco di problemi.
  11. anche se mi pensi solo un secondo per me tu che scrivi da Roma, palesati e scrivimi ti renderò felice!
  12. io ho fiducia in te anche se non so il perché magari mi  ami da sotto l'ombra del Vesuvio?
  13. piuttosto che vederti andar via preferisco cosa? Io sto sempre qua.
  14. se tornassi indietro non uscirei con te idem.
  15. ho tanta rabbia per il tuo silenzio ???
  16. l'attesa del mio grande amore son per caso io?
  17. elogio alla riservatezza in amore è un modo elegante per dire che cerchi un amante non invadente?
  18. lettere: un amore complicato ma bello trovami un amore semplice senza complicazioni e ti do un premio.
  19. ho detto basta con te ok, allora non leggermi più.
  20. mi ero promessa di non chiamarti e infatti non l'hai fatto, tranquilla.
  21. adesso che sei rientrato non vorrei infastidirti e quindi?
  22. mi hai fatto sentire speciale perché tu sei una persona speciale!
  23. cosa mi ha fatto innamorare di te be' lo vorrei sapere anch'io.
  24. tu sei il grande amore della mia vita sposami!

Passiamo alla categoria richiesta di aiuto/consigli/affermazioni:
  1. problemi di rabbia forse potresti parlane con un medico.
  2. amo ballare ma mi viene ansia che tipo di ansia? Paura del pubblico? Da prestazione?
  3. gelosia o verità? assolutamente verità.
  4. perché rovino sempre tutto? boh non saprei!
  5. vorrei capire la mia vita in pratica hai fatto una domanda da un milione di dollari.
  6. credo nei giorni dispari perché amo le differenze perché i giorni pari sono razzisti?
  7. come funzionano gli scambi dei binari ho uno zio ferroviere ma non capisco come hai fatto a giungere su questo blog.
  8. ricevere dichiarazioni d'amore nel momento sbagliato pensa che c'è chi non li riceve neanche nel momento sbagliato.
  9. sono una bimbominkia bene, è importante riconoscere il problema per risolverlo.
  10. sono un esorcista e quindi?
  11. lettera ad un principe scrivimi tutto quel che vuoi baby!
  12. voglio eliminare dalla mia vita un narcisista come? innanzitutto se eviti di spifferarlo ai quattro venti non ti sgamano subito, ma un buon inizio è guardare tutti i serial americani del settore
  13. come capire se è solo gelosia o la verità? giuro che non capisco i due accostamenti.
  14. complicarsi la vita è segno di intelligenza dunque sono un futuro premio nobel?
  15. mi sono persa nel caos mentale... risucirò mai a ritrovare me stessa? prova con google!
  16. ma un prof può rifiutarsi di farmi discutere la tesi? sì.
  17. cosa scrivere in un messaggio in bottiglia al proprio ragazzo non sarebbe il caso di dirglielo a voce?
  18. come latte e caffè lasciami andare ???
  19. amore in bilico tra ti amo e vaffanculo ah però!
  20. se trovi un pazzo che vuole "addomesticarti" sob! non ci sono più i pazzi di una volta!
  21. se esiste un premio per gli ingenui, io l'ho già vinto da tempo. ma nessun uomo vale tanto, di delusioni ne ho avute troppe. viva l'ottimismo! e comunque il premio come ingenuo dell'anno è una mia prerogativa e quindi ciccia!
  22. perché mio figlio odia il calcio? chiederlo direttamente a lui ti pare brutto?
  23. canzone "perché mi eviti" mi dispiace ma non la conosco.
  24. la mia ragazza rimarca i miei difetti mollala prima che diventi tua moglie.

Richieste porcellose/fuori come un balcone:
  1. video gay gratis il ragazzo ne approfitta quando dormi ossignor quell'idiota del principe Filippo fa proseliti!
  2. principessa che bacia il ranocchio gratis a perché si bacia a pagamento?
  3. e allora ti rimbomba nella testa ancora? cosa?
  4. i pinguini governano il freddo se lo dici tu ci credo.
  5. auuu uh uh ah suoni gutturali degli uomini cavernicoli che volevano fare l'amore -_-"
  6. foto lesbicha da vedere eh???
  7. capodanno intimo mia cognata -_-"
  8. mia cognata mi guarda ???
  9. eliminazione fattura e malocchio fatta uccidendo un cane chi ha scritto ciò è un emerito idiota.
  10. marina58 scrive mal'amore per me è tutto è l'immenso chi diavolo è marina58?
DIARI
1 marzo 2011
Alla fine di questa settimana la mia vita si autodistruggerà!


Allora da dove comincio a raccontare? Sono successe un bel po' di cose, ma ci provo lo stesso.

  1. Questione Tesi: all'assistente piace molto la mia tesi e ciò è un bene; ma non mi dà il nulla osta per portarla in copisteria perché deve finire di leggerla e ciò è un male. Le sue correzioni sono "ridicole" del tipo che mi ha cambiato alcuni titoli di alcuni paragrafi, mi ha fatto unire un paio di paragrafi; mi ha fatto separarne due; fatto fare una marea di grafici inutili e di tabelle che non avete idea, senza parlare dei commenti singoli inutili e ciò non so se sia un bene o un male. Continua a dirmi di non preoccuparmi che c'è tempo e che mi laurerò a marzo tranquillamente, tanto la tesi la devo consegnare lunedì 7 marzo e ciò è un male perché sta per finire martedì e lui ancora tergiversa. La mia tesi è parecchio lunga ed è formata da 287 pagine solo perché ho ridotto il carattere delle miriadi tabelle che avevo costruito e in cui riportavo i dati delle analisi effettuate; altrimenti prima superava abbondantemente le 320 pagine. In copisteria in 24 ore te la stampano sia cartaceamente che sui cd, peccato che in genere con i nuovi ordinamenti le tesi triennali non superino le 30/50 pagine, mentre quelle magistrali non superino in media le 100/150 pagine e ciò non so se sia un bene o un male. Per stampare la copia con le pseudo correzioni ho cambiato due volte la cartuccia nera alla stampante, per fortuna quella a colori ha retto, la prima stava già finendo ma una quarantina di pagine me le ha stampate, nella terza ho dovuto stampare le ultime dieci pagine perché la seconda ha fatto caput in anticipo e ciò è un male. Porca miseria ogni cartuccia costa circa 20 euro, 3 euro circa una risma di carta, rischio di andare in bancarotta e lui, l'assistente con la faccia da bronzo che fa rima con str**zo ripete come un disco rotto c'è tempo non preoccuparti e ciò è male all'ennesima potenza perché non posso nemmeno fan**lizzarlo e ciò è un male. Le copie cartacee e sui cd dovrebbero essere firmate dal professore, oltre che da me, prima di essere timbrate dalla segreteria studenti e smistate nei quattro punti cardinali del campus; ma io non riesco a portarla in copisteria e lunedì scade il tempo e ciò è un male. Oltre a ciò non posso nemmeno portargli i frontespizi e i cd per farmeli firmare in anticipo visto che non si è nemmeno certi del titolo definitivo della mia tesi e ciò è un male; quindi non posso nemmeno compilare il modello 32, obbligatorio e non modificabile, con il titolo definitvo della tesi e ciò è un male. Nel limbo in cui sono piombato o dovrei dire nell'inferno in cui mi ritrovo, non ho ancora consegnato il tesserino della biblioteca e quindi niente certificato in cui si dichiara che non ho carichi pendenti poiché c'è la possibilità, ma spero di no, che la mia laurea slitti, per l'ennesima volta, a maggio e ciò è un male ma toglietemi tutto ma non il tesserino della biblioteca, soprattutto se mi dovessi laureare a maggio.
  2. Questione Amore che fa rima con Cuore: è dura ammetterlo, ma mi manca da morire più di quanto immaginassi e la cosa mi spaventa da morire ma nello stesso tempo mi rasserena e mi dà forza. Però mi sento uno scemo che non avete idea, perché mi sa che è un sentimento a senso unico il mio (sai che novità!) e ciò è un male, o meglio è un bene da un lato ma un male dall'altro. Non so se debba sperare di disinnamorarmi o sperare che si innamori di me e ciò non so se sia un bene o un male.
  3. Questione Famiglia: il Re avrebbe voluto portare la Regina a fare una visita ufficiale al Genio e consorte che vivono per lavoro in Toscana, principalmente per svincolarsi da impegni ufficiosi di una pallosità inimmaginabile. Siccome la Regina è freddolosa, il tempo poco favorevole e poi tanto tra un po' se dovessi laurearmi scenderebbero qui nel Regno nelle Isole Kalidan per il lieto evento, ha detto no ed ora se ne pente amaramente e per non sentirsi meno in colpa mi usa come scusa perché non poteva lasciarmi/ci solo/i in questo bailamme e ciò è un male. Dunque, questo fine settimana, che speravo di vivere in assoluta libertà e cazzeggio totale, è pieno zeppo di impegni ufficiosi e ufficiali di una noia e di un'etichetta che non vi dico: tra una maxi-festa il sabato, un battesimo domenica e sempre domenica i suoceri di mia sorella verranno a pranzo e ciò è un male anche perché come al solito al mio fianco non ci sarà nessuno; per giunta è carnevale ed io non lo amo più di tanto.
  4. Questione Belgio: ma possibile che la ricevuta di ritorno di una raccomandata spedita più di una settimana fa non riesca a fare 5 chilometri scarsi entro domani a mezzogiorno? A quanto pare sì (grazie Poste Italiane!) e ciò è un male perché devo trovare una nuova exit strategy.
  5. Questione Libro che c'è ma non si sa dov'è: la settimana scorsa con la scusa di consegnare due libri della tesi alla biblioteca nazionale, decido di prendermi in prestito un libro di poesie di Kavafis e un romanzo di Isherwood. Insomma, devo pur nutrire il mio cervello o no? Ecco, credo che avrei fatto prima a fare una seduta spiritica e chiedere ad entrambi di decantarmi le loro opere, salvo poi magari non capirli perché non parlerebbero di certo italiano. Mi hanno tacciato per un visionario fin quando ho mostrato sul catalogo on line l'esatta posizione del libro di Kavafis, ma nulla sembra essersi volatilizzato e ciò è un male. Confido nella fiera di san Giuseppe il 19 marzo, ma tu bibliotecaria sei più impedita di me con il pc vai in pensione, please.
  6.  Questione Tinta: grazie alla tesi ho un bel po' di capelli bianchi in più e ciò è un male perché sono pure zitello. Avrei pensato di barare ricorrendo a qualche tinta, meches, colpi di sole e Dio solo sa che cosa per nasconderli; poi ho visto una serie di uomini con tinte fatte male, roba che definirli ridicoli è un complimento ed ho cambiato idea e ciò è un bene, confido nel ritorno del moro una volta discussa la tesi o una cura stile Bordeaux  (il Belgio potrebbe andare anche bene!) che una volta tornato sembravo ringiovanito di anni e con neanche un capello bianco.
  7. Questione Gente stramba e le cuffie del lettore mp3: ora se indosso le cuffie ed ho la musica a palla superando la soglia del dolore, perché non sentivo un'acca di quello che cantavano ma sentivo le urla beduine dei maschi intenti a fare la ruota come il pavone? e ciò è un male. Ora se indosso le cuffie e ascolto musica, sarà forse perché non ho alcuna voglia di socializzare e che sono inca**ato come una iena, giusto? E allora perché mi parli, nonostante i miei monosillabi scocciati non capisci che voglio stare solo? e ciò è un male. Ora una tizia in palestra deve convincere il marito che lei quando era una ragazzina sapeva fare la spaccata e vuole che gliela insegni e ciò non so se sia un bene o un male. Può una spaccata cambiare la tua vita? Può salvare un matrimonio? Non sarebbe meglio imparare tutto il kamasutra o dare sfogo alla fantasia? e ciò non so se sia un bene o un male. Credo che gliela insegnerò ma mi farò pagare, insomma i soldi non sono i migliori amici di un ragazzo? Devo pur coprire le spese extra per le cartucce e per le risme di carta e ciò è un bene. Ma un dubbio mi assale e ciò è un male: che razza di composto chimico per capelli usava il tizio che correva sul tappeto e per poco non ci lasciava le penne? Non si sono mossi di un millimetro ed erano talmente unti che potevi strizzarli e condirci l'insalata e so problemi! Insomma alla fine della fiera dubito che riuscirò a sopravvivere a questa settimana e che quindi la mia vita si autodistruggerà al termine di essa vi ho voluto bene e grazie per le impennate di visite al blog in questi giorni non me l'aspettavo e ciò è un bene.
DIARI
13 febbraio 2011
Quando Cupido è un pasticcione
Carissimo Cupido,
come ben sai domani è il 14 febbraio, la festa di san Valentino, il giorno in cui te la spasserai e andrai a curiosare per verificare se i tuoi sforzi sono andati tutti a buon fine e ti godrai le coppiette di fidanzatini che hai formato con molto zelo.
Ecco, non vorrei sembrarti un ingrato, premetto anche che apprezzo il tuo lavoro e mi sforzo di mettermi nei tuoi panni osé da putto e capisco pure che non è semplice tirare le frecce con l'arco, andare in giro mezzo nudo quando fuori i pinguini ti fanno ciao (fatti regalare un cappottino rosso fuoco da quel vecchio tirchio di Babbo Natale, in fondo chi c'è più buono di te?), soprattutto quando sono millenni che lo fai e la mano non è più ferma come prima, la memoria fa cilecca, la vista è dimunita e via dicendo.
No, no per carità non ti sto dicendo che sei invecchiato e che dovresti darti all'ippica come cavallo, anzi credo che nel tuo lavoro sei molto professionale, però...
Mi vergogno un po' a dirtelo, ma se guardi nella lista dei casi impossibili credo che in alto in cima alla lista ci sia il mio nome.
No, ma certo che mi hai colpito con la tua freccia. Sì, sono felice che tu l'abbia fatto. Sì, sono innamorato cotto, non è questo il problema.
Il motivo del mio però risiede nel fatto che se ripassi mentalmente le tue azioni ti accorgerai che hai commesso qualche errorino.
No, ma cosa pensi? Lo so benissimo che sei una divinità e non puoi sbagliarti, ci mancherebbe altro! So anche che la tecnologia è cambiata tantissimo e che se prima andavi in giro con i nomi scritti sui rotoli di papiro a far innamorare la gente, e ancor prima con le tavolette di argilla, ora con internet e le nuove tecnologie tutto è più semplice.
Mi hanno detto che hai un fighissimo iPhone o uno smartphone ancora non mi è ben chiara la differenza, sa sono uno all'antica nonostante usi il computer, navighi in internet e il mio cellulare sia vecchiotto, sono uno che ama l'odore dell'inchiostro impresso sulla carta da lettera.
No, per carità non ho nulla contro il cambiamento anzi a volte i cambiamenti sono utili.
Senti, mi stai facendo divagare troppo e poi alla fine mi dimentico quello che volevo dirti.
Ecco, hai rivisto tutti i passaggi del mio dossier?
Sì, te l'ho già detto che la freccia che hai scoccato mi ha colpito in pieno e hai fatto un ottimo lavoro, però...
O sto provando in utti i modi a dirtelo: se ancora non l'avessi capito hai dimenticato la cosa principale.
Come quale? Hai dimenticato di lanciare la freccia al Grande Amore della Mia Vita, brutto idiota!
No, scusami non volevo darti del brutto e né tanto meno darti dell'idiota, ma sai domani è la festa degli innamorati e a quanto pare anche questa volta la mia dolce metà non ci sarà.
Lo so benissimo che è una festa consumistica, ma non mi sembra di chiedere troppo di poterla festeggiare almeno una volta nella vita. Solo una e poi non ti scoccio più, giusto solo per vedere l'effetto che fa.
Eeeeeeh lo so che ormai è tardi e per quest'anno ciccia, ma almeno puoi provvedere nell'immediato?
No, perché mi sento un mezzo idiota in questo momento, anzi togliamo il mezzo e diciamo che mi sento proprio un idiota. Sai quando vedi che hai la felicità a portata di mano la vorresti afferrare presto e subito. Ho capito aspetterò, però se tu potessi completare la tua opera celermente credo che si eviterebbero un sacco di grattacapi ad un bel po' di persone.
Eh no caro mio, non dirmi che non ho pazienza che son trent'anni che aspetto l'Amore Vero, se continua così faccio la muffa.
E senza che brontoli, se sono in cima alla lista dei casi disperati un motivo ci sarà o no? È il tuo lavoro, quindi fallo e basta.
Mmm non credo che la colpa sia solo mia, insomma mi pare che dai miei amori passati ho avuto sempre feedback positivi anche se poi mi hanno sempre dato il ben servito. Ti ricordo che mi hanno sempre detto beata/o chi ti sposa e che sono il ragazzo ideale: insomma sono una garanzia.
Non sapevo che fossi così carogna, se alla fine è andato tutto storto la colpa è pure tua che hai avuto una pessima mira e hai tirato la freccia verso altri.
Ah! Ora non fai più lo spiritoso, eh? Senti facciamo così, tu sistema le cose decentemente che io mi limiterò a chiudere un occhio sulle tue passate defaillance, ma mi raccomando la mira questa volta.
Giusto per sicurezza ti lascio il suo indirizzo: terza stella a destra e poi dritto fino al mattino, la casetta è quella con vasche, pesciolini e tanti fiori di lillà.
Non puoi sbagliarti è bello come il Sole, dolce come il mattino, passionale come un tramonto e poi è praticamente perfetto. Se dovessi avere ancora dei dubbi chiamalo piccolo raggio di sole del principe Kamar e vedi che ti risponde, se dovesse cominciare a correre ti autorizzo ad usare il lazo a legarmelo e a spedirmelo a Palazzo. Ovvio che ti rimborso le spese di spedizione e la faticaccia in più.
Uh, ma sì, credo di sì che sia legale spedire le persone tramite posta. Mmmm ora che ci penso hai ragione, se poi la posta me lo perde o peggio ancora un dipendente infedele se ne impossessa?
No, no, no. tu gli tiri la freccia, l limite me lo tieni d'occhio che appena posso me lo vengo a prendere di persona.
Spero di potermi fidare di te Cupido: non sbagliare questa volta.
No, ma che stai pensando sto solo controllando la balestra in caso volessi andare a caccia di pennuti traditori.
Grazie ancora Cupido.
Il tuo Principe Kamar

DIARI
31 gennaio 2011
Avviso Importante


Rivolto a chi avesse intenzione di chiedere la mia mano e prendermi come marito.

Sappiate che da oggi c'è una pretendente molto agguerrita che mi ha già fatto conoscere: la mia futura suocera, la mia futura cognata e sua nonna.
Si chiama Francesca, ha quattro anni e mi ha già detto che quando diventerà grande mi sposerà.
Quindi mie carissime e miei carissimi pretendenti riboccatevi le maniche che qua c'è una che ha le idee chiarissime, avete solo altri quattordici anni per accaparrarmi poi sarò suo for ever&ever. Certo ha detto che vuole sposare anche S., quisquilie, ma me l'ha detto con quegli occhioni così dolci che non ho saputo dirle di no.
Intanto prossimamente mi regalerà un disegno tutto per me: se questo non è amore! Invidiatemi!
Intanto siete avvisati. ;-)
DIARI
23 gennaio 2011


Ciao! Mi chiamo Kamar, principe Kamar e anch'io ho una dipendenza dal tè verde. Se continuo così sarò talmente giovane che mi scambieranno per un neonato. Intanto col mio consumo pro-capite dò il mio contributo alla ripresa dell'economia mondiale.
E dopo questa pIrla di giornata, mi rifiondo sulla tesi per finirla il più presto possibile.
Buona domenica! =)

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cazzate stupidaggini cose mie

permalink | inviato da Principe Kamar il 23/1/2011 alle 17:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
DIARI
20 gennaio 2011
Cartellino rosso


  • A MG che mi sorprende sempre in negativo, che poi che cosa un tempo mi abbia fatto innamorare perdutamente di te è un mistero: più passa il tempo e più sei squallida. Mi meraviglio solo che non sei tra le bunga bunga girls del nostro presidente del consiglio. Promemoria per il prossimo anno: mettere da parte la buona educazione e non farle gli auguri di compleanno.
  • A R. che ha lasciato MF: e va be' che le storie d'amore finiscono ma il 25 dicembre vi scambiate i regali, il 26 parlate tranquillamente voi due più il Bellimbusto (MF ©), il 27 vi lasciate (o meglio R. lascia MF) e il 28 sei già fidanzata con il Bellimbusto. Ecco, non meravigliarti se le tue amiche ti cazziano e ti danno della stronza visto che non hai avuto nemmeno la decenza di aspettare una settimana per fidanzarti con il Bellimbusto con il quale avevi una relazione clandestina da più di un mese.
  • A N. che non ha ancora capito che la stiamo boicottando perché non è professionale, ma crede ancora alle favole degli impegni improrogabili: tipo girarsi mezz'ora i pollici in senso orario e l'altra mezz'ora in senso antiorario; e come se non bastasse è pure in odore di simpatia per i neofascisti e la sua amichetta del cuore è orgogliosamente fascista.
  • Al prof universitario di Kitri (ex frate cappuccino oggi sposato): ti prego di non sbagliare più le dimostrazioni dei teoremi, che non sopporterei un'altra mezz'ora di discorsi sui campi spezzati e teoria di Galois che ho una certa età e il mio sguardo vacuo catalettico può essere scambiato per rigor mortis.
  • Al Sottoscritto perché oggi mi sono meritato un super-mega-cazziatone da mia sorella e dalla Regina, quindi mestamente sono andato a Canossa.
DIARI
9 gennaio 2011
Se il buongiorno si vede dal mattino...


... quest'anno sarà l'anno delle assurdità.

Tra miei complimenti sinceri passati per una proposta di matrimonio, l'attesa di un qualcosa che non potrà mai arrivare, passando per incontri "bizzarri" e figuracce degne di Fantozzi... be' i presupposti ci sono tutti.
Intanto è più di una settimana che sono in astinenza dal cacao e dai suoi derivati, perché ho deciso di rafforzare la mia forza di volontà rinunciandovi giusto solo fino a quando non discuterò la tesi (giusto il primo giorno di primavera, ma visto la giornata odierna mi serve un miracolo o comunque che nessuno mi metta i bastoni fra le ruote).
E quest'anno per non farci mancare niente il Palazzo è stracolmo di cioccolatini, cioccolata e dolciumi a base di cacao come non mai.
Ultimo arrivo il tiramisù che mi ha mandato con tanto amore la suocera di mia sorella: un tempismo perfetto non c'è che dire!
Ormai ho la risata che parte in automatico ogni volta che dovrei arrabbiarmi o rimango senza parole.
E  comunque siamo solo al 9 di gennaio e sono curioso di sapere come andrà a finire il resto dell'anno.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Assurdità cazzate pensieri cose mie

permalink | inviato da Principe Kamar il 9/1/2011 alle 21:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
DIARI
21 dicembre 2010
Reload(ed)


Mi sto sforzando di essere ottimista e di vedere il lato buono di ogni cosa, in pratica se ci riuscissi  almeno fino al mio compleanno sarebbe già un miracolo. Comunque dopo aver passato un paio di giorni in cui autoapostrofarmi pesante è il termine più elegante che conosco, sono passato alla mia occupazione "preferita" e cioè fare il jolly, dove per jolly si intende mettere le pezze al culo di chi combina casini e/o inizia progetti di cui a te non frega una beneamata mazza, ma che tuo malgrado un po' perché ci tieni ad alcune persone, un po' perché sei uno scemotto e ci caschi sempre, puntualmente porti a termine. Ora se riuscissi a mettere le pezze anche ai miei disastri sarei a cavallo, comunque ce l'ho sulla lista delle cose da fare.
Per la cronaca sembrerebbe (il condizionale è d'obbligo) che dopo tre giorni estenuanti di lotta e due persone agguerrite stremate, alla fine quello schifoso virus sia stato debellato e il materiale della tesi recuperato.
Comunque mi hanno detto che io e la tecnologia siamo due poli respingenti: due elettroni di carica negativa che si respingono, cioè non potremmo andare mai d'accordo. Lo prendo come un complimento, intanto ripasso le canzoni di Fiorella Mannoia perché mica voglio essere impreparato ad aspettare in piazza il 2011, che per forza di cose deve essere l'anno giusto dopo un 2009 e un 2010 da dimenticare.

Grazie a tutti per il sostegno morale, ne avevo proprio bisogno! =)

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cose mie ottimismo jolly cazzate

permalink | inviato da Principe Kamar il 21/12/2010 alle 21:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
DIARI
16 dicembre 2010
Neve e boh!
Sto guardando via web Anno Zero, con molte pause, giusto per farmi del male. Che amarezza, ho un nervoso! Intanto tento di intrattenere delle public relation via chat con gli amici lontanti, la linea fa le bizze, la stragrande maggioranza dei siti web dell'università non funzionano. Fa freddo, un po' nevica, poi smette, poi riprende. L'unica cosa che mi consola è che ho mangiato la scirubetta (di cui rimando ad una foto dimostrativa cliccando qui), fatta con neve e mosto cotto anche se quella tradizionale è fatta rigorosamente con melassa di fichi, ma l'avevo finita.
Ho un sacco di sonno arretrato, un sacco di dvd da guardare, un sacco di libri da leggere, un sacco di amici a cui ho promesso come un marinaio che sarei andato a trovarli, una tesi da finire, un lavoro in regola da trovare, il Grande Amore della Mia Vita da cercare...
Avrei tante cose da fare, ma boh! In questo momento è proprio la voglia che non c'è. Si può bloccare il tempo finché ritrovo la voglia di andare avanti?

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cose mie cazzate neve stanchezza

permalink | inviato da Principe Kamar il 16/12/2010 alle 23:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
musica
15 dicembre 2010
Natale di M***a
Stanchi del Natale? Stanchi dello stress che questo periodo dell'anno comporta? Ecco una nuova hit, scaricabile anche su itunes, da cantare al posto della solita jingle bells o della solita strenna  (strina) natalizia, che nelle attuali condizioni del paese, ci sta come il cacio sui maccheroni:


DIARI
14 dicembre 2010
Pensieri sfasati


No, non sono scappato col Grande Amore della Mia Vita del commento al post sotto; né chissà che, è solo che in questo periodo mi sento sfasato, alienato come Charlot-Chaplin in Tempi Moderni.
Mi sento di perdere pezzi e allo stesso tempo mi sento incapace di raccattarli. Ho l'umore ballerino e un senso di insoddisfazione latente. Certo l'essere stato estremamente impegnato per i preparativi della festa di laurea di mia sorella sono stati una bella botta di caos in più, nel mio mondo di per sé piuttosto caotico, e lo specchio fedele di ciò è questo post  sconclusionato partorito con estrema lentezza.
Quindi, lascio qui tutto quello che mi passa nella mente nella speranza che espellendoli riesca a concludere qualcosa e a ritrovare il filo:
  • questo tempo mi destabilizza: un giorno fa un caldo soffocante che pensi di vedere spuntare da un momento all'altro cammelli e dromedari, il giorno dopo fa talmente freddo che pensi che i pinguini e le foche ci invaderanno; ma una via di mezzo, ma soprattutto  un tempo costante no, eh?
  • ho rischiato di venire sepolto da una marea di mazzi di rose ed ho pensato che sarebbe stata una morte dolcissima;
  • sono in astinenza da teina da una quindicina di giorni: da oggi recupererò;
  • faccio pendant ai muri bianchi: nessun parente mi ha chiesto né quando mi laureo, né quando gli faccio conoscere la mia ragazza e né quando mi sposo. Devo preoccuparmi?
  • credo inoltre che per i miei parenti sia un mix di peter pan dall'età indefinita e di 007 che non si capisce bene che fa ma fa;
  • essere evasivo mi riesce piuttosto bene;
  • Grande Amore della Mia Vita non preoccuparti non ti presenterò mai e poi mai ai miei parenti se non dopo un apposito corso di formazione preparatorio, perché sono cosciente che senza un'adeguata preparazione scapperesti a gambe levate: io lo farei!
  • devo riaggiustare questo maledetto primo capitolo per giovedì e non ho la più pallida idea di come fare;
  • sarei curioso di sapere le opinioni dei miei parenti sul ragazzo di mia sorella;
  • vorrei andare a trovare tutti i miei amici sparsi in Italia e all'estero: ogni volta prometto e poi boh! Si risolve in una bolla di sapone.
  • perché alle feste la gente si fionda sul cibo manco se fossero a digiuno da giorni?
  • non ho capito un tubo della festa di laurea di mia sorella, in compenso per una volta sono stato felice delle defezioni che non è mica semplice gestire una festa  a casa con 65 persone;
  • sarà la volta buona che odierò i dolci?
  • assumo poco alcool in compenso sono già ubriaco di mio;
  • ho sonno arretrato;
  • ho due "cuginette" in più;
  • secondo il tapis roulant sono morto di infarto una decina di giorni fa e ieri stavo facendo il bis. Chi li capisce 'sti circuiti di silicio?
  • spero che la mia amica oggi superi l'esame di francese, così a febbraio si laurea;
  • tra pochi giorni è Natale ed io sono in ansia;
  • mia sorella ha detto che quest'anno mi farà un regalo unico per Natale e il compleanno, un regalo utile che mi farà impazzire: perché sudo freddo? Ma poi è legale impacchettare una persona e mettergli un fiocco rosso? Ah! no, dite che non mi impacchetterà il Grande Amore della mia Vita che forse si riferiva ad altro?
  • odio la pressione dei regali natalizi, ma non si può fare un regalo quando uno vuole? Non è più bello fare regali inaspettati?
  • vorrei prendere a calci nel sedere chi dice che a Natale siamo tutti più buoni: balle! Si è solo più ipocriti e più acidi rispetto al resto dell'anno.
  • ho chiesto come regalo di compleanno di non festeggiarlo perché non sono dell'umore giusto, perché invece ho la sensazione che mi dovrò sobbarcarmi una cena per conoscere i suoceri di mia sorella? O una marea di gente che mi sta sullo stomaco a rompermi le scatole?
  • vorrei passare direttamente al 7 gennaio, così salto anche il mio compleanno e tutto lo stress natalizio;
  • facebook mi odia: appena lo apro spunta il faccione di un mostriciattolo nanerottolo (no, non è il nostro odiato premier) che dice che abbiamo 9 amici in comune e che quindi potrei aggiungerlo. 'sti cazzi! No, eh? Che se attraversa sulle strisce mentre sono alla guida accelero altro che rallentare, poi mi fermo e ci ripasso sopra in retromarcia. Giusto un centinaio di volte solo per assicurarmi di averlo ridotto in poltiglia. Che poi saranno quindici anni che ha sempre 'sto maledetto maglione a righe e quel jeans grigio topo! Ma poi quei deficienti dei miei amici che l'hanno pure aggiunto, ma ne vogliamo parlare? Hanno dimenticato le tonnellate di merda e di ipocrisia che ci ha buttato addosso? I pianti? Mi ergo dal mio pulpito di peccatore e lo addito come un fallito: sì, sei un fallito! Ho impiegato tantissimo tempo a metabolizzare tutto il male che ho ricevuto e a capire quanto fossi piccolo come uomo, sei talmente piccolo che non meriti neanche il mio vaffanculo.
  • ma se mi hai fatto due volte lo shampoo (sui capelli puliti, perché sì, prima di andare dal parrucchiere mi lavo i capelli) perché poi mi hai impastricciato i capelli con quella roba sconosciuta che neanche un uragano li avrebbe smossi?
  • è normale che alcuni bimbi mi fanno venire voglia di paternità, mentre altri mi fanno venire voglia di subire una vasectomia?
  • ce la faremo a sbarazzarci del viscido nano che ci governa e di tutto quel circo di freaks?
  • Ho una tentazione matta di mandare una mail alla persona che nel post sotto si è firmata  il Grande Amore della Mia Vita, poi penso che la curiosità uccise il gatto e boh!
  • è normale che mi fa schifo salutare alcune persone o meglio le saluterei ad almeno dieci metri di distanza, mentre altre me le spupazzerei tranquillamente?
  • che nervi quando mi si tirano le guanciotte o mi si danno le pacche senza autorizzazione: mi sembra quasi una violenza fisica.
  • che poi lo so che sono strano, ma c'è gente conosciuta e non, che può tranquillamente invadere il mio spazio personale altri che pur conoscendoci da secoli mi infastidiscono che respirino finanche il mio ossigeno. Poi a volte sono a periodi è mi infastidiscono tutti i rapporti fisici.
  • ma perché la gente ha una passione per le foto brutte? Che senso ha fotografare una persona con la bocca aperta mentre si ingozza di cibo?
  • ho i bioritmi sfasati;
  • sono dipendete dai post-it e dal lettore mp3;
  • perché mi ostino ad andare in palestra?
  • ho l'armadio che urla vendetta;
  • mi hanno invitato ad un'audizione per una pseudo compagnia di danza: so bene che ho ottime possibilità di essere preso anche se non ballo da due anni circa, mi frena la ciccia;
  • perché la ciccia non si deposita sui polsi?
  • perché faccio figure fantozziane?
  • questo dicembre non ho rispettato alcuna tradizione, sarà un bene?
  • perché si dà per scontato che non possa fidanzarmi?
  • anche se mi viene difficile ammetterlo, perché mi addormento sempre con l'idea che domani sarà il giorno giusto? Giusto per cosa?
  • non riesco ad amare il Natale come lo amavo da bambino, mi infastidisce e mi indispone. Non riesco ad amarlo perché manca qualcosa: amplifica un'assenza, forse è questo che fa più male.
DIARI
1 dicembre 2010
Il Principe va in città

  • Sono tornato questa mattina da Milano, dopo 14 ore di pullman che sommate a quelle dell'andata fanno 28 ore: ecco perché scrivo solo ora, giusto perché ero un tantinello isterico e dovevo quindi espellere un po' di acidità, quest'ultima smaltita anche grazie a due orette di sonno.
  • Di Milano ho visto solo: Rogoredo, Lampugnano e Milanofiori, che poi quest'ultimo credo che faccia parte di Assago.
  • Be' ecco, per essere una grande città non è nulla di che, piuttosto triste, grigia, in alcuni punti sembra Napoli invasa dalla spazzatura, poco pedonale, e per niente a dimensione turista straniero e non. Poi i manifesti della signora Moratti sono un "tocco di classe" che già solo per quelli se fossi un milanese non la voterei neanche pagato a peso d'oro.
  • Va be' non sono stato in centro e né in zone prettamente turistiche quindi il mio giudizio è viziato, però a confronto con quegli squarci periferici di Roma e Firenze, questi ultimi sono nettamente superiori, ora spero che il colloquio di mia sorella porti buoni frutti, così ho la scusa per visitare altro della città.
  • Comunque a parte un pezzo di pizza lanciato sui miei jeans, il tempo ha retto e niente è andato storto.
  • A proposito del pezzo di pizza lanciato sui miei jeans, vorrei un applauso per non aver fatto fuori la barista e perché non ho fatto una piega sia al momento dell'incidente e sia al momento del conto, che dico 8 euro per due pezzi di pizza margherita è un furto, visto che a quel prezzo qui ci compro una teglia di pizza margherita, degna di tale nome, con 24 pezzi da sfamare 12 persone (due pezzi ciascuno) e poi per fare una pizza mica ci vogliono chissà quali ingredienti.
  • Un dubbio che mi assale è ma quanto caspita dura una pausa pranzo a Milano? No, perché nella multinazionale con sede in un paradiso fiscale, da me prontamente ribattezzata "iI paese della cuccagna", mi sembra strano che duri tre ore abbondanti. 
  • Inoltre a che pro mettere l'aria condizionata a tutta forza, mentre fuori c'era un tempo quasi da neve?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Milano viaggio cazzate quotidianità

permalink | inviato da Principe Kamar il 1/12/2010 alle 22:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
DIARI
13 novembre 2010
Divorzi & convivenze


Vorrei divorziare da me stesso perché a volte proprio non mi sopporto.
Poi penso che sono quasi trent'anni che stiamo insieme e penso che siano normali questi alti e bassi che ti portano nei momenti critici a starsi reciprocamente sullo stomaco.
Dopo trent'anni, sarà la forza dell'abitudine o sarà la noia che incalza, fatto sta ci vorrebbe un bel po' di pepe.
Mi sa che devo farmi l'amante!

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Cazzate pensierini stupidini

permalink | inviato da Principe Kamar il 13/11/2010 alle 17:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
DIARI
8 novembre 2010
Charge



  • Piove talmente tanto che non mi stupirei se tra un po' passasse di qua l'Arca di Noè.
  • Tra le notti di sabato e domenica, e tra le notti di domenica e lunedì ho avuto un boom di visite sul blog provenienti da varie città e IP della Corea del Sud, chissà che cercavano! Oltre a inondarmi di spam.
  • Mi sento un catorcio da rottamare e mi chiedo a quando gli incentivi per rottamare i principi?
  • La mia tesi è ad un punto morto proprio come chi la sta redigendo.
  • La mia voglia di scrivere è proporzionale al numero di servizi intelligenti passati dal tg1.
  • In palestra intanto si prepara un ammutinamento di massa con il tentativo di creare un nuovo turno fatto da persone in gamba con un'istruttrice in gamba.
  • Mia sorella ha portato a stampare la sua tesi: yuppieeeeeeee!
  • La mia vita attualmente è talmente intensa e interessante così come potrebbe essere un seminario sulla musicologia tibetana confrontata con la riscoperta delle lingue antiche del Mar Morto, il tutto per renderlo ancora più pregno dibattuto in aramaico antico...
  • Il video non ha nulla a che fare col post, ma Lucianina mi fa tanto ridere e dice cose intelligenti con tanta ironia e anche un pizzico di sarcasmo.
DIARI
31 ottobre 2010
Aspettando il Grande Cocomero...



Questa notte il Grande Cocomero farà la comparsa sulla Terra ed elargirà doni ai bambini sinceri, va be' che in realtà non è un cocomero ma una zucca, ma queste sono solo quisquilie.
Il fatto è che da bravo bimbo l'aspetto con ansia e per non farmi trovare impreparato so già cosa gli chiederò: vorrei che mi donasse l'algidità nelle emozioni, perché esteriormente quasi sempre riesco a mantenere un aplomb da vero principe, ma dentro neanche per l'anticamera.
Il perché di tutto ciò? Semplice, non voglio più sentire l'aggrovigliarsi del mio stomaco e desiderare che ne so ad esempio Verona rasa al suolo solo perché è la città di Romeo e Giulietta e qualcuno (non faccio nomi: M. col ragazzo) ci passerà romanticamente alcuni giorni.
Ok, l'ho pensato solo per 30 secondi, un tempo sufficiente per vergognarmene profondamente; un tempo sufficiente affinché il mio mononeurone si corca di mazzate da solo perché Verona ha già i suoi grattacapi con un sindaco leghista e non ha colpe ed è una bella città; un tempo sufficiente per capire che forse non sono del tutto guarito dal mio mal d'amore, almeno non al 100% ma ad un buon 95% sì; un tempo sufficiente per prendermi a sberle per giusta causa.
Visto che ci sono chiederò al Grande Cocomero di ricaricare la mia acidità e la mia perfidia: in fondo lo sanno tutti che Romeo e Giulietta hanno fatto una brutta fine, anzi proprio pessima; ma forse queste ultime richieste non sono necessarie e quindi opterò per un inflazionato e mai fuori moda la pace nel mondo che fa tanto miss Italia, chissà se a mister Italia tirano fuori dal cilindro questa boiata o è solo prerogativa di quelle quattro sgallettate?

Buon Grande Cocomero a tutti i miei cari lettori e alle mie care lettrici!
DIARI
28 ottobre 2010
Qualcuno mi spieghi!


Qualcuno mi spieghi perché è così eccitante fare la chupa chupa dance accanto alla mia auto? Per caso vi stimola? È meglio del viagra nel far rizzare il Walter (Littizzetto docet)?

Non sono bigotto, al massimo invidioso di cotanta attività sessuale, però santa pazienza un posto meno squallido del parcheggio universitario, di fronte agli operai che lavorano alla costruzione delle nuove case dello studente, nel primo pomeriggio, ascoltando "Chupa Chupa"  dei La Harissa non mi sembra proprio il massimo del romanticismo, eh!


DIARI
26 ottobre 2010
Ricapitoliamo un po':
  • Domenica, sono stato tanto così (lascia un centimetro tra pollice ed indice) dall'avere una crisi isterica a causa del non funzionamento dell'adsl, in compenso per lo stress ho un herpes gigantesco vicino al naso [Amore della Mia Vita, se sei all'ascolto aspetta che mi passi];
  • essendo quella cosa immonda e informe di nome tesi, prevalentemente basata su analisi di dati e servizi on line, capirete bene che dopo avere avuto due mattinate perse senza luce causa lavori sulla rete da parte dell'enel, un giorno e mezzo senza adsl, più vari disguidi... ho capito che la mia laurea è pura utopia, quindi ho cancellato i prossimi progetti così magari questa spirale di sfighe si interrompe per un po';
  • a proposito quando la prossima volta avrò delle idee geniali e da secchione fatemi fuori, l'umanità ve ne sarà eternamente grata!
  • Ora capisco il sorrisetto bastardo del mio relatore quando ha accettato su due piedi l'idea della mia tesi, e a proposito del mio relatore che ha una pessima memoria nonostante sia stato il suo stalker assiduo preferito per 4 mesi e più... ecco non lo vedo da un anno, dite che è grave? [Niente insulti il mio mononeurone lo fa già quotidianamente!]
  • Vi è mai capitato di parlare con gli operatori del 187? Ecco è un'esperienza mistica e, siccome sono fortunello, periodicamente li chiamo (almeno una volta ogni tre mesi poi ci sono i periodi in cui li chiamo ogni 15 giorni, mi considereranno uno stalker?) non sia mai che non li chiami giusto solo per fare due chiacchere e ieri mi sono sorbito solo due operatori ed un tecnico;
  • mi hanno tenuto al telefono mezz'ora ciascuno,per effettuare varie prove (di dubbia utilità) roba che ci mancava solo di chiedermi di fare la giravolta, la riverenza e la penitenza ed ero a posto;
  • per poco non ho tirato una testata al tecnico quando continuava ad asserire che il modem non fosse telecom, peccato che dietro c'era una scritta grande quanto una casa e sulla fattura risulta l'addebito del suo noleggio; in più ha attaccato un pippone su quanto i mac siano super... ma nonostante tutto di navigare in internet neanche per idea, sarà stata forse la mia carotide vistosamente ingrossata a "fargli risolvere il problema";
  • sono un caprone in matematica, probabilmente perché i relativi geni matematici di famiglia se li è beccati tutti mia sorella [laureanda in matematica] e a me ciccia, però secondo la mia ignoranza è la stessa cosa pagare 5 euro al bimestre di noleggio che 2,50 euro al mese che per due mesi guarda un po' sono sempre 5 euro; dove sta la convenienza economica o meglio il fatto che paghiamo di più ancora non l'ho capito;
  • sì, lo so qualcuno penserà perché non smolli telecom e passi ad altro operatore; ma è semplice perché abito in culonia (© della mia ex coinquilina sarda), nonostante ci siano più centri commerciali qui che a Milano (non sono mai stato nella città meneghina ma le mie fonti attendibili hanno confermato, ovvio che tutto ciò si deve rapportare alla popolazione residente);
  • ora navigo di nuovo con l'adsl, non s'è capito se il guasto dipende: dal router o dal modem (secondo il tecnico), da un guasto del nodo (primo operatore che si meravigliava del fatto che il guasto è del 21/10 a me è successo il 24/10), dalla linea obsoleta (seconda operatrice); fatto sta che se non sto attento la linea si disconnette dopo un po' (quando le pare e piace), posso navigare solo in un angolino mezzo storto e solo col portatile di mia sorella (che presto diventerà santa martire);
  • l'ho già detto che sto abusando della pazienza di mia sorella? Ecco lo ribadisco, e mi sa tanto che uno dei motivi per cui sono zitello è che quando sono in preda alle mie nevrosi sono pesaaaaaaaaaaaaante e ci vuole taaaaaaaanta pazienza, ma proprio tanta!
  • Ho la spalla, il braccio e un principio di tendinite al polso sinistri doloranti e anarchici, ma chissenefrega tanto mica sono mancino e poi non li uso (per ora).
  • In questo periodo odio i mocciosi di qualsiasi età e sesso, ma puntualmente si abbarbicano come le cozze: che stiano tentando di testare la mia capacità di tenere a bada l'Erode che c'è in me?
  • Odio tutti quelli che mi ripetono «uuuh! come sei elastico!», sentite numero 1 la mia elesticità è nella norma mica mi tocco la testa con i piedi e numero 2 dopo quasi vent'anni che mi sono ammazzato di duro lavoro per essere elastico è logico che quattro cosette di stretching terra terra le faccio tranquillamente come bevessi un bicchier d'acqua [a propo' Amore della Mia Vita solo tu potrai usufruire e testare la mia elasticità, se poi unisci tanta fantasia non ti annoierai mai con me! Ricordati che ho un bel po' di arretrati da recuperare].
  • Accanto ai precedenti odio quelli che si lamentano in palestra: cretini se pagate per farvi torturare non lamentatevi! Zitti e lavorate e se proprio non potete fare altro che lamentarvi fatelo mentalmente!
  • La Regina è una maga del tetris, se esiste un campionato mondiale la iscrivo immediatamente: riesce a mettere in ordine e a recuperare nello stesso tempo lo spazio senza rompere o sgualcire qualcosa. Intanto se avete problemi di spazio ve la mando che lei risolve in quattro e quattro otto, solo che se provate a togliere qualcosa state certi che vi avanzerà della roba e il mio armadio ne sa qualcosa.
  • Ho scoperto che le mie ultime forti emicranie svaniscono se mangio qualcosa; sono anormale?
  • Incomincio ad avere problemi di inappetenza mista a disordine alimentare: prego un paio di sberle belle forti che me le merito in pieno.
  • C'è poco da fare ma a me il 90% di pesce, molluschi e crostacei non piace, mi disgusta troppo, mi si chiude lo stomaco, mi passa la fame, al massimo due bocconi, al terzo parto in automatico come la protagonista dell'esorcista [prendi nota Amore della Mia Vita, anche se per te farò lo sforzo]. Giuro che assaggio tutto, il mio stomaco è di ferro, e non dipende neanche se chi prepara il pesce cucina da dio. Comunque da oggi la mia dieta sarà a base di pesce.
  • Ma quant'è bello e poetico il nuovo singolo di Carmen Consoli?
  • Mancano solo 2 mesi e un giorno al mio genetliaco e mi piacerebbe essere in forma e possibilmente felicemente accoppiato per quella data, lo so è pura utopia ma pazienza.
DIARI
7 ottobre 2010
Perché sono masochista inside!


Martedì scorso mi sono reiscritto in palestra, a dir la verità quest'anno non avevo proprio voglia, però poi un giorno sono passato davanti uno specchio e mi sembrava di vedere l'omino della Michelin. L'ho salutato e lui ha ricambiato il saluto, dopo un po' ho realizzato che fossi io quella cosa informe! Orrore!
Ecco dopo questa esperienza devastante, ho deciso di fare non solo attrezzi (odio tutte  le macchine per le braccia, spalle, insomma dalla vita in su!) e step, ma di aggiungere anche l'aeroboxe, queste ultime due con una nuova istruttrice pheega.

Oggi è stata la mia prima lezione di aeroboxe e devo dire che non capisco come ho fatto a vivere senza: mi sono divertito un sacco! L'istruttrice pheega è stata eccessivamente calorosissima con me, poi ho dato un'occhiata agli altri partecipanti ed ho capito il perché. Scoordinati, fuori tempo, alcuni anche un po' casi umani eh! Tutte donne, tranne un ragazzino che potrebbe essere mio figlio, posso rifarmi gli occhi solo con l'istruttrice, il resto evitiamo va che è un po' come sparare sulla croce rossa, in compenso il mio ego ringrazia, però alcune sono simpatiche e qualcuna mi potrebbe essere utile lavorativamente parlando e quindi vai di public relation che in tempo di crisi non si butta via niente. Pensavo di essere impedito, ma per essere la prima volta è andata più che bene, oddio ora che ci penso mica tanto visto che un'oca giuliva ha ricordato  all'istruttrice di fare alla fine dello stretching in coppia ed io perché so' fortunello ho beccato la figlia di Fantozzi  dopo un incidente stradale con più peli in faccia di me... comunque un'oca giuliva mi ha detto che dal prossimo mese ci sarà un altro ragazzo, spero che sia simpatico  ma soprattutto carino almeno mi rifaccio gli occhi, anche se dai modi in cui le brillavano gli occhi e conoscendo i suoi gusti trash sarà sicuramente un cesso, ma poco male il mio ego ringrazierà ugualmente.
Non contento di ciò, l'ora successiva ho fatto step perché io sono masochista nel profondo: pensavo peggio! Ho retto alla grande, anche se alla fine ho dovuto levare i rialzi dallo step perché i miei tendini d'achille volevano suicidarsi. La lezione di step dell'istruttrice pheega è bruttina perché è un po' troppo ripetitiva e meccanica, forse pure poco salutare per i miei tendini, ma santo cielo c'erano un paio di ragazze bellissime e almeno i miei occhi sono salvi.

Detto ciò, fare due ore di seguito di fitness mi garba tanto anche se ora sono da raccogliere col cucchiaino, ma la domanda principale è nonostante il mio sadismo in termini di auto-maltrattamenti fisici riuscirò a stare bene con me stesso una volta per tutte?
Invece l'obiettivo superficiale è riuscirò a battere la tradizione negativa di non aver mai festeggiato quell'odiosa festa commerciale di san Valentino trovando qualcuna o qualcuno che mi fila e che non sia un caso umano o una sola?
DIARI
1 ottobre 2010
Tre cosette...
Non vorrei passare per quello che si lamenta sempre ma tre cosette le devo assolutamente dire altrimenti scoppio:

  1. Carissime Mary, Natasha e compagnia bella è inutile che chiamate ad ogni ora  e ogni giorno se non me ne frega una cippa lippa della vostra fantomatica offerta di Infostrada ed ho già detto no  neanche un'oretta prima è inutile che insistete: non cambierò idea! Ma poi per quale opera e virtù dello spirito santo dovrei farlo in nemmeno un'ora? E per la cronaca sono un uomo quindi è inutile che mi chiamate signora!
  2. Carissimi Commercianti, mettetevi nella zucca che non siete voi a farmi un favore  vendendomi qualcosa, caso mai è il contrario visto che è il vostro lavoro, ma poi vi decidete a portare nuova merce che le rimanenze degli ultimi cinque/dieci anni non mi stimolano di certo a spendere. Ma poi bisogna pregarvi per fare un nuovo ordine? Mi volete far credere che voi vi rifornite sì e no una volta all'anno? Ecco, allora se così fosse chiudete e datevi all'ippica come cavalli eh!
  3. Carissime bimbeminKia che avete tirato filone e scegliete come location per il vostro book fotografico, che prontamente metterete su facebook, la più squallida colonna del centro commerciale, con la boccuccia a mo' di cu*o di gallina ed imitando James Bond... ecco siete veramente ridicole. E sì noi ridevamo di voi, se non si fosse ancora capito eh!
DIARI
27 settembre 2010
Tra 3 mesi esatti


Divento un trentenne. Caspita se ci penso lo trovo assurdo che anch'io sia in procinto di passare questa fatidica soglia anche se cerebralmente oscillo vertiginosamente da un novenne, a diciassettenne, ventenne, ventisettene fino ad arrivare ad un ottantenne!

L'unica cosa che mi consola che alcune cose non cambiano come ad esempio l'odio per le sale d'attesa dei vari medici, ma soprattutto per i pazienti: roba che li deporterei in un gulag in Siberia e mi sentirei in pace col resto del mondo, anzi mi sentirei il salvatore dell'umanità.
Quando stanno lì tutti che non fanno che elencare i loro malanni e se tu non ti accodi sei uno sfigato, non fanno altro che ergersi a premi Nobel per la medicina manco fossero Esculapio e magari hanno a stento la quinta elementare! Tutti dicono di essere moribondi ma riacquistano inspiegabilmente le energie non appena qualcuno tenta di passare avanti sbranando i malcapitati furbetti. Non si sa perché ma qualche furbetto riesce sempre ad intrufolarsi, per non parlare degli informatori farmaceutici che si moltiplicano più dei pane e dei pesci anche se poverini mi fanno pena visto che tutta quella bolgia se la subiscono ogni santo giorno.
È troppo chiedere silenzio per aspettare il proprio turno e leggere in santa pace un libricino?
È troppo non volere fare public relation ed essere semplicemente ed orgogliosamente un asociale?

Un'ora e mezza di questa bolgia infernale questa mattina mi ha distrutto e in più senza concludere niente perché oltre al danno la beffa: quel rimbambito di medico mi ha fatto correre a recuperare delle analisi che ho scoperto essere vecchie di due anni cioè del 2008.

Poi si dice che c'è gente che impazzisce di punto in bianco e fa una strage... io vi capisco eh! Oggi l'avrei fatta senza alcun problema, ma con un libricino come arma capite bene che è impossibile.
Ma la selezione naturale dov'è in questi casi?
DIARI
26 settembre 2010
Reazione a catena
  • Ho sbagliato tutto nella vita perché dovevo fare il correttore di bozze e dare libero sfogo alla mia pedante pignoleria, ma forse la mia vasta ignoranza, a cui tento di porre un freno, mi ha bloccato.
  • Questa sera, correggere le bozze mi ha fatto venire in mente M., quando tempo fa gli corressi un articolo su uno spettacolo di danza svoltosi a Torino. Mi promise di farmelo leggere e so per certo che fu pubblicato da una rivista specializzata, ma non l'ho mai letto. Vorrei leggerlo.
  • Mi vergogno di averlo pensato e non posso fare a meno di sentirmi tanto ingenuo per aver creduto per una frazione di secondo di essere speciale ai suoi occhi.
  • Sono proprio in questi frangenti che mi sento un misto di Alice di Carroll e Dorothy del Mago di Oz e mi odio profondamente perché potrebbero dirmi che un asino vola! e con gli occhi a cuoricino ci crederei senza alcun dubbio e senza batter ciglio.
  • In amore, quando io sono l'attore principale non capisco praticamente nulla, neanche se una persona è interessata a me e tenta di flirtare col sottoscritto. Non sto scherzando è la verità e non racconto alcuni aneddoti solo per non fare un ulteriore figura barbina.
  • Invece quando si tratta degli altri riesco a capire tutto o quasi con un margine di errore piuttosto basso e una razionalità lucidissima da far paura.
  • Mi prenderei a schiaffi per quanto sono fragile quando si tratta di farmi calpestare i miei sentimenti!
  • A proposito di lividi, vi risparmio la foto del mio  sul braccio destro che ovviamente è grazioso e a forma di triangolo con una base di 3 centimetri per un'altezza di 5. Un monito per aver pensato a M. con affetto, così ci penso due volte a farmi trascinare dai ricordi.
  • Va be'! in realtà la colpa è della donazione di sangue di ieri mattina, da notare che a mia sorella non si vede neanche il buchino e l'infermiere era lo stesso...
  • Sicuramente ce l'ho perché nei prossimi giorni mi attende una figuraccia colossale in qualche occasione in grande stile, ormai è un must che si ripete. Non mi pesa tanto il livido in sé perché prima o poi passerà, mi pesano più le domande morbose che scaturiranno come se da me fosse normale aspettarsi questi gesti di autolesionismo.
  • La cugina tossicologa mi ha chiesto di essere il suo "cavaliere" nel magico mondo dei balli di gruppo e caraibici. Vi rendete conto? Due sfigati che viaggiano a gonfie vele sul mare degli amori sbagliati roba da far sentire un'ameba una strafiga pazzesca: ça va sans dire che declino l'invito!
  • Quest'anno ho deciso di buttarmi sull'aeroboxe sia mai che divento un pizzichino figo come il Dio greco di sabato e meno fragile emotivamente parlando.
  • Boh! Ancora non mi capacito di come partendo da fischi sono arrivato a parlare di fiaschi innescando una reazione a catena logica solo ai miei occhi.
DIARI
25 settembre 2010
Metti una donazione all'avis
- Eh si vede che hai accumulato tutta questa tensione, sei ingrassato e non hai mai avuto la pressione così alta!
Ohi cretino se me la misuri così male, mentre mi stuzzichi e risvegli l'Attila che c'è in me è il minimo! Ringrazia che non ti sia scoppiato in mano!

- Uh! Chissà come saranno alti i tuoi trigliceridi e il colesterolo!
Tié! Ogni volta che ritiro le analisi sono così bassi che non te ne capaciti e ogni volta dici che posso abbuffarmi di ogni cosa zuccherosa, grassa e fritta! E che nonostante il mio colorito lunare ho il ferro necessario per costruire tutto il ponte di Messina e non te ne capaciti!

- Ah! Questi uomini si spaventano con un nonnulla! Ormai vige la legge che tutti i mariti delle presidentesse dell'avis svenghino dopo la donazione nonostante la loro stazza!
Cioè mi state dicendo che se mi sposo una presidentessa avis divento un armadio alto due metri e senza un filo di pancia???Allora sposatemi subito!

- Come andiamo? Tutto bene?
Sentite arrivato alla dodicesima donazione e avendo quindi guadagnato 120 secondi in più di vita che sicuramente spenderò con l'ennesimo amore sbagliato, a me tutte 'ste coccole mi mettono in imbarazzo: è che non ci sono abituato!

- Uh! Oggi c'è un sacco di affluenza che bello! Si sarà sparsa la voce!
No, dico ma tu hai visto chi è entrato tra i primi a fare la donazione? Credo che si sarà sparsa la voce che un Dio greco era tra i donatori! Il ragazzo più bello che ho visto dal vivo dal mese di ottobre 2009 (l'armadio erasmus greco con i suoni gutturali da cavernicolo). Roba da far resuscitare i morti, da convertire i maschi etero e le lesbiche. Roba che per un nano secondo avrei voluto essere la sua provetta, mmm... facciamo tutta la vita va! Roba che gli faresti la respirazione bocca a bocca anche se non hai la più pallida idea di come si faccia, ma con uno così si parte in automatico. Roba che saresti curioso di vedere chi ha al suo fianco! Roba per la quale ti deprimi perché tu non sarai mai bello quanto lui. Roba che qualcuno/a di una bellezza tale non ti calcolerà manco se sei l'ultimo essere vivente sulla faccia della terra. Roba che uno con quella eleganza lì di modi esiste solo nei film. Roba che ti fa pensare che forse allora Dio esiste. Roba che con lui puoi vendere il nulla cosmico a 1000 euro al chilo e la gente farebbe a pugni per acquistarlo dalle sue manine. Ed io per non smentirmi l'ho visto solo gli ultimi cinque minuti, e sì sono proprio un tipo sveglio eh! Abbattetemi!

- Mi raccomando chiamami lunedì mattina!
Il Dio greco? No, sob: il medico avis! Non ho preso neanche la targa e comunque il Dio greco abita da queste parti, ora bisogna setacciare qualcosa come un diecimila abitanti... in pratica chi lo rivedrà mai più! Mi sa che aspetterò con ansia la prossima donazione solo per rifarmi gli occhi! Ma poi uno così, come ho fatto a non vederlo prima? E sembra pure un ometto a modo con il cervello funzionante! Invece per le donzelle c'è ancora taaaaaaaaaanto da fare, ma comunque siamo in via di miglioramento rispetto alla media e se alla bellezza aggiungiamo anche un po' di cervello siamo a cavallo: qualcuna era passabile ma per carità a confronto le veline, le letterine, le schedine insomma tutte le -ine sembrano dei premi Nobel per la fisica ed ho detto tutto.
DIARI
20 settembre 2010
Quando Ipno e Morfeo si impegnano!
Sono in uno stato pietoso più assomigliante ad un barbone che ad un principe, c'è rumore ovunque e come se non bastasse la strada per il Palazzo è dissestata, l'asfalto non esiste più e qualcuno ha perso un grosso carico di rottami ferrosi. Intanto qualcuno con un trattore con rimorchio sposta grosse quantità di legno di ogni tipo e forma da una parte all'altra, il giardino non esiste più. Sembra che sia passato un uragano!
Mentre vago sconsolato nel vedere tutta questa desolazione, ecco che arriva una bella auto verde scuro con a bordo una persona sconosciuta.
Sono a bocca aperta perché è riuscito inspiegabilmente ad arrivare a Palazzo nonostante il caos catastrofico, scende dall'auto e rimango senza fiato. È un blogger, sembra Dio e la sua bellezza mi lascia senza fiato, affascinante come solo pochi sanno essere, non capisco più nulla, è venuto a salvarmi da tutto e da tutti. È qui per me, solo per me!
Non ho la più pallida idea di come abbia fatto a trovarmi, sono confuso, sorpreso e felicissimo.
Un dubbio mi balena in mente e mo' come lo spiego al Re e alla Regina che abdico, metto una bella croce su tutto e vado via con una persona di cui non so manco il nome se non il nick?
Intanto lo presento poi si vedrà, ma tutti in famiglia sono indaffarati e dopo una stretta di mano ritornano a mettere in ordine il caos.
Cerco di prendere tempo, intanto si siede sul divano e siccome fa caldo si è messo comodo in mutande e cannottiera sfogliando una rivista. L'intimo rosa shocking mi spiazza e mi fa ridere di cuore. Per nulla turbato dal mio riso scortese, mi lancia occhiate maliziose  con quel visino da furbetto da infarto, i miei ormoni sono incontrollabili, la mia anima esulta, le mie gote sono rosse dalla timidezza e quasi mi vergogno di essere in questo stato pietoso.
Senza scomporsi mi dice che rimarrà qui fino a venerdì e che spetta solo a me decidere cosa fare: fuggire insieme verso l'ignoto con una breve tappa nel suo mondo, oppure lasciarmi sprofondare nel baratro per sempre senza possibilità di ritorno.
Non può aspettarmi devo decidere in fretta entro venerdì, oddio non è quello che ho sempre sognato?
Una persona perfetta da non sembrare vera venuta da lontano solo per salvare ME, sembra un sogno e invece di sentirmi smarrito o in preda al panico, non posso fare a meno di sorridere e ridere di cuore, come se avessi assorbito l'intera felicità di tutto l'universo, mi sento in pace con il mondo intero perché non mi sento più solo ed anche la sua solitudine è svanita.
Sembra che ci stessimo cercando da sempre e pur conoscendoci poco, ognuno di noi sa tutto dell'altro e non servono le parole bastano gli sguardi. Mi sento completo, tutto è tornato in ordine, non devo più cercare: ho già trovato la mia metà! Sì, proprio la mia vera metà!
È passato un attimo, non ho dubbi sono pronto per andare insieme in capo al mondo perché niente può più spaventarmi.
Non so ancora il suo nome e né come ha fatto a trovarmi, sto per chiederli e se anche mi rispondesse che in realtà è un serial killer non cambierei idea per nulla al mondo: quando mi ricapita che mi venga a salvare la persona giusta?
Interrompe l'idillio mio fratello che con una stramba chitarra di nome Roberto si presenta  e...

Puff! Perdo dieci anni di vita perché entra la Regina e mi sveglia, avrei voluto sapere il resto ma almeno ho il buon umore stampato in faccia per tutta la mattinata e per oggi ciò mi basta.

Ps: il fortunato o la fortunata non lo dico manco sotto tortura, ma era un bijou! Roba da svenire!  Ed è un mio lettore/ una mia lettrice. Finalmente un sogno decente! Finalmente una persona che mi salva!

Ps2: oltre al buon umore ho capito che non posso mica lasciarmi andare, anche se è solo un sogno mica posso farmi trovare sciatto, perché se poi trovassi l'Amore con la A maiuscola e abbandonassi in asso la Solitudine vuoi mettere farlo col ciuffo in ordine, la maglietta stirata, sbarbato e profumato?

Ps3: siccome in realtà non viene né una principessa e né un principe a salvarmi, mi accontento di essere salvato in sogno e intanto mi salvo da solo che faccio prima. Poi se dovesse arrivare l'Amore con la A maiuscola dopo che mi sono salvato posso sempre fingere di essere un novello donzello in difficoltà. Be' ora vado a rimboccarmi le maniche e a salvarmi. Baci! =)
DIARI
14 settembre 2010
Pot-pourri 2
  • Ho sviluppato una dipendenza per i sassolini di liquirizia dell'Amarelli, roba che ti fa pensare che Dio esiste veramente tanto che sono buoni;
  • in alternativa mangio le golia bianche, non sono celestiali come le prime costano meno ma alzano ugualmente la mia pressione bassa.
  • Fare legna è un'attività che mi piace:
    • 1) perché mi rilassa;
    • 2) mentre usi l'accetta per spaccare i rami basta immaginare di dare un'accettata alle persone che ti hanno ferito e raggiungi uno stato zen senza paragoni;
    • 3) scarichi la rabbia;
    • 4) non pensi a niente;
    • 5) fai attività fisica all'aperto.
  • Ho un odio viscerale per i cacciatori (meno male che alcuni hanno una pessima mira!), le lucertole, i gechi (e 'sti cazzi se si dice che portino fortuna, bleah!) e gli scarafaggi che all'aperto ho visto in abbondanza.
  • Odio che mi si guardi mentre lavoro, forse perché non mi pagano il biglietto per lo spettacolo offerto.
  • Vorrei andare a correre, peccato che qui nel regno è pericoloso non essendoci strade ad hoc.
  • Avrei bisogno di un po' di fortuna e di energie positive, intanto penso positivo va!
sfoglia
marzo        maggio
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Feed
blog letto 1 volte