.
Annunci online

PrincipeKamar
Blog semi-serio di un Principe dalle Mille e Una Notte
 
 

Il mio profilo al 27/11/2005 data di nascita di questo blog:
Sono il Principe Kamar, figlio di re Shariman, erede al trono del Regno delle Isole Kalidan, attualmente in terra "straniera" (l'Italia), alla ricerca del mio grande amore la principessa Budur. Dopo lunghe avventure dalle Mille e una Notte, costernate di gioie e di dolori, dove il pericolo è sempre in agguato, riuscirò con l'aiuto dei Ginn e il provvidenziale aiuto della loro principessa Maimuna, a vivere come ogni fiaba si rispetti "e vissero felici e contenti"? Lo scopriremo insieme...
Seguite le mie avventure strampalate nel mio magico mondo, perché in fondo anch'io «Sono come il vento, non dirò mai che sono in procinto di partire perché, come il vento, non potrò mai dire: eccomi sto per arrivare». (Antonio Gades)

Il mio profilo oggi al 04/09/2009:
Per leggerlo clicca QUI.

I miei interessi
Amo la danza, l'arte e tutta la cultura in generale. Adoro ballare, leggere e sognare.
I sogni sono le uniche cose che mi sono rimaste e che mi mantegono ancora a galla in questa complicata e caotica vita moderna.

PER CONTATTARMI: principekamar[AT]gmail.com
eXTReMe Tracker

Heracleum blog & web tools Locations of visitors to this page ATTENZIONE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7/3/2001. Le immagini qui inserite sono pubblicate senza alcun fine di lucro, qualora la loro pubblicazione vìoli diritti d’autore vogliate comunicarmelo per una pronta rimozione. L’autore altresì dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei singoli post. Eventuali interventi dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. L’autore di questo blog si riserva il diritto di eliminare qualsiasi commento che ritenga non conforme allo spirito di questo spazio. Principe Kamar

Crea il tuo badge

DIARI
16 giugno 2010
Guardando Sabrina
È notte ed è molto tardi, qualcuno qui attorno sta suonando "la vie en rose", è la maniera francese per dire "sto guardando il mondo con degli occhiali colorati di rosa" ed è esattamente quello che provo io adesso... Ho imparato tante cose qui... non solo a cucinare, ma una ricetta molto più importante: ho imparato a vivere. Ho imparato ad essere qualcosa di questo mondo che ci circonda, senza stare lì in disparte a guardare. Stai pur certo che ormai non la fuggirò più la vita, e neanche l'amore.

Ho pensato le stesse identiche cose a Bordeaux, parola per parola.
In fondo, non è per caso vero che anch'io sono "fuggito" come Sabrina?
Forse una rinfrescatina alla memoria mi farebbe bene.


Sabrina: Oh ma Parigi non è fatta per cambiare aerei... è fatta per cambiare vita! Per spalancare la finestra e lasciare entrare "la vie en rose".
Larry: Parigi è per gli innamorati... e forse è per questo che io ci sono rimasto così poco...


O forse è per questo che non sono voluto andare a Parigi, nella speranza di andarci la prima volta con l'Amore con la A maiuscola della mia vita. Che sciocco che sono!
Anzi direi tremendamente patetico e piuttosto stupido ad attendere qualcosa o qualcuno che mi cambi la vita, che me la rivoluzioni. Idiota, idiota, idiota!

Adesso avrei proprio bisogno di quegli occhiali rosa per colorare il nero che mi circonda e che mi avvolge, quel senso di soffocamento che mi stritola e mi rode l'anima.
Prima o poi passerà.
DIARI
9 giugno 2010
Un po' di numeri...
Grazie alla visita (s)gradita della mia cara amica Insonnia e alla conseguente nottata in bianco passata ad abbracciare un cuscino sperando di addormentarmi, salvo poi farlo giusto mezz'ora prima che suonasse la sveglia alle 6, ho riflettuto un po' sui miei numeri dell'amore (e non mi riferisco al 69 miei maliziosi lettori!) in questi quasi 29 anni e mezzo, e questo è il risultato (piuttosto deludente):
  • lettere d'amore scritte 2, una giace da tempo immemore (l'avrò scritta quando avevo 13/14 anni per I. e mai recapitata per timidezza) da qualche parte nel mio caos "ordinato" di cose, l'altra inviata a M. che non ha capito un benemerito fico secco, va be' da uno che si riempie il pacco come si evince da ultima foto smutandata su faccialibro che si commenta da sé;
  • lettere d'amore ricevute 0, che tristezza*...
  • lettere d'amore che mi sono pentito di aver scritto 0;
  • quante volte ho detto "Ti amo" credendoci veramente 2 (a MG e a M);
  • quante volte ho detto "Ti amo" mentendo 0 (anche se una volta l'ho scritto su un biglietto ad una mia compagna di classe ma era solo una prova per battere la mia timidezza e quindi non conta);
  • quante volte mi hanno detto "Ti amo" 0;
  • quante volte mi hanno detto "beata/o chi ti sposa!" infinite, 'sti cazzi aggiungerei io! Sai che me ne faccio?
  • quante volte mi hanno detto "avrai sempre un posto speciale nel mio cuore" infinite, squallidi, semplicemente squallidi bugiardi!
  • fiori regalati a chi mi piaceva da 1 a boh! (di cui almeno una rosa regalata alla medesima compagna di classe per prova e che non invierei manco morto, il resto vuoto di memoria!);
  • fiori ricevuti da persone a cui piacevo 0 (non conto i fiori regalati dai miei compagni di classe per la vincita della "borsa di studio" al quarto superiore e per eventi vari...);
  • persone che amavo con cui ho ballato un lento 2 (I. e MG);
  • persone che amavo con cui avrei voluto ballare un lento 1 (M.);
  • persone che amavo con cui ho avuto un appuntamento 2 (MG e M. e per giunta "disastrosi");
  • persone che non amavo con cui ho avuto un appuntamento 1 (Colla Attack e per giunta rimosso, credo quindi sia stato raccapricciante);
  • persone con cui potendo tornare indietro non uscirei 1 (la psicopatica di Colla Attack);
  • persone che amavo che ho baciato 1 (MG);
  • persone che amavo e che avrei voluto baciare 1 (M.);
  • persone che amavo e con cui ho fatto sesso 0 (no comment, è come sparare sulla croce rossa!);
  • persone che amavo e con cui avrei voluto fare sesso 2 (M. su tutti e MG la zoccola con la quale non tengo conto delle strusciate/limonate rientranti nel petting più o meno innocente e l'appellativo poco educato le calza a pennello e mi fermo qui per non essere veramente cattivo e poi ninfomane non rende l'idea...);
  • persone che ho amato per cui ho pianto 2 (MG e M. a pari merito).
  • lacrime versate uff infinite!
  • tramonti/albe visti abbracciati stretti stretti 0, 'na tristezza infinita da depressione...
  • ragazze amate 2½ (I. e MG, il mezzo è la psicopatica Colla Attack);
  • ragazzi amati 1 (M.);
  • in una ipotetica classifica al primo posto metterei M. e I. (ma I. è un caso particolare che ricordo con piacere ed è stato il mio primo approccio importante con l'amore ed in realtà non dovrebbe neanche essere citata qui!), poi MG e infine Colla Attack (l'unica che non avrei dubbi a cancellare se tornassi indietro!).
  • chiarezza se mi piacciono di più le donne o al contrario gli uomini NC, perché non ne ho la più pallida idea e ogni aiuto per capirlo è più che gradito perché non credo alla bisessualità, ma di questo ne parlerò più avanti insieme al mio modo "tradizionalistico" di vedere l'amore.

* in realtà una lettera di MG ci sarebbe... l'ho aspettata con ansia, con speranza, con timore perché lei è "scappata" a Roma e noi poco prima avevamo litigato di brutto e mi sono rifiutato di chiarire perché ero incazzato sulla sua zoccolaggine e... e invece era una fottutissima lettera del cavolo dove ripeteva a mo' di disco rotto io-io-io che lei era la povera vittima (ma di chi?) e di me non chiedeva neanche se fossi morto, ma vaffanculo va sta stronza! Ergo NON è una lettera d'amore.

Tirando le somme, se il buon giorno si vede dal mattino forse a 60 anni avrò qualche probabilità di avere una storia d'amore vagamente decente, intanto di non-storie ne ho una marea, che tristezza... e il bello che nonostante tutto, ho il "vizio" di dare consigli d'amore nonostante i miei disastri, insomma si commenta da sé, eh!
DIARI
31 marzo 2010
Il rumore del silenzio


Ho bisogno di musica, di rumore per non sentire il silenzio perché potrei sentire il rumore dei pezzi di Me che si frantumano ogni giorno che passa.
Se ascoltassi quel crack non credo che riuscirei a fingere ogni giorno che tutto va bene e forse per questo il silenzio un po' mi spaventa, proprio perché non potrei continuare la mia recita.

Ho la stessa irrequietezza di quando qualcosa sta per finire e qualcos'altro sta per iniziare, ho la stessa indecisione di quando non sai se è arrivato il momento di voltare pagina o di tornare indietro e allora rimango in bilico con la pagina perpendicolare al resto del libro cercando di fare più rumore possibile per non pensare.


sfoglia
maggio        luglio
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Feed
blog letto 1 volte