.
Annunci online

PrincipeKamar
Blog semi-serio di un Principe dalle Mille e Una Notte
 
 

Il mio profilo al 27/11/2005 data di nascita di questo blog:
Sono il Principe Kamar, figlio di re Shariman, erede al trono del Regno delle Isole Kalidan, attualmente in terra "straniera" (l'Italia), alla ricerca del mio grande amore la principessa Budur. Dopo lunghe avventure dalle Mille e una Notte, costernate di gioie e di dolori, dove il pericolo è sempre in agguato, riuscirò con l'aiuto dei Ginn e il provvidenziale aiuto della loro principessa Maimuna, a vivere come ogni fiaba si rispetti "e vissero felici e contenti"? Lo scopriremo insieme...
Seguite le mie avventure strampalate nel mio magico mondo, perché in fondo anch'io «Sono come il vento, non dirò mai che sono in procinto di partire perché, come il vento, non potrò mai dire: eccomi sto per arrivare». (Antonio Gades)

Il mio profilo oggi al 04/09/2009:
Per leggerlo clicca QUI.

I miei interessi
Amo la danza, l'arte e tutta la cultura in generale. Adoro ballare, leggere e sognare.
I sogni sono le uniche cose che mi sono rimaste e che mi mantegono ancora a galla in questa complicata e caotica vita moderna.

PER CONTATTARMI: principekamar[AT]gmail.com
eXTReMe Tracker

Heracleum blog & web tools Locations of visitors to this page ATTENZIONE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7/3/2001. Le immagini qui inserite sono pubblicate senza alcun fine di lucro, qualora la loro pubblicazione vìoli diritti d’autore vogliate comunicarmelo per una pronta rimozione. L’autore altresì dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei singoli post. Eventuali interventi dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. L’autore di questo blog si riserva il diritto di eliminare qualsiasi commento che ritenga non conforme allo spirito di questo spazio. Principe Kamar

Crea il tuo badge

musica
29 maggio 2011
Pena de l'Alma



Che farò lontan da te pena dell'anima
senza vederti, senza averti, né guardarti
anche lontano non vorrò dimenticarti
anche se è ormai impossibil il nostro amor

Come levare via il profumo al fiore?
Come togliere al vento l'armonia?
Come negar che ti amo vita mia?
Come togliermi in petto questa passion?

E a veder che crudel destino ora ne viene
ma che l'ombra ora ci prenda più mi addolora
Il mio cuore mi dice che non può seguirti ancora
e nemmeno questa angustia sopportar

Come levar alle stelle via il bagliore?
Come impedir che corra il fiume al mare?
Come negar che soffre il petto mio?
Come levar dall'anima questa passion?

Come levare via il profumo al fiore?
Come togliere al vento l'armonia?
Fuori dalle braccia tue sulle ginocchia mie
così levarmi in petto questa passion?
Fuori dalle braccia tue sulle ginocchia mie
così levarmi in petto questa passion?

Vinicio Capossela (Pena de l'alma - Album: Ovunque proteggi - Anno: 2006)

musica
25 maggio 2011
La forza della vita



Anche quando ci buttiamo via
per rabbia o per vigliaccheria,
per un amore inconsolabile.
Anche quando in casa è il posto più invivibile
e piangi e non lo sai che cosa vuoi.
Credi c'è una forza in noi amore mio
più forte dello scintillio
di questo mondo pazzo e inutile,
è più forte di una morte incomprensibile
e di questa nostalgia che non ci lascia mai.
Quando toccherai il fondo con le dita,
a un tratto sentirai la forza della vita
che ti trascinerà con sé.
Amore non lo sai vedrai
una via d'uscita c'è.
Anche quando mangi per dolore
e nel silenzio senti il cuore
come un rumore insopportabile,
e non vuoi più alzarti e ll mondo
è irraggiungibile.
E anche quando la speranza
oramai non basterà,
c'è una volontà che questa morte sfida.
È la nostra dignità,
la forza della vita
che non si chiede mai cos'è l'eternità
anche se c'è chi la offende
o chi le vende l'aldilà.
E quando sentirai che afferra te tue dita,
la riconoscerai la forza della vita
che ti trascinerà con sé.
Non lasciarti andare mai,
non lasciarmi senza te,
anche dentro alle prigioni
della nostra ipocrisia,
anche in fondo agli ospedali
nella nuova malattia,
c'è una forza che ti guarda
e che riconoscerai,
è la forza più testarda che c'è in noi
che sogna e non si arrende mai.
È la volontà
più fragile e infinita
la nostra dignità
Amore mio è la forza della vita.
La forza della vita
che non si chiede mai
cos'è l'eternità,
ma che lotta tutti i giorni insieme a noi
finché non finirà.
Quando sentirai
la forza è dentro di noi
che afferra le tue dita
Amore mio prima o poi la sentirai,
la riconoscerai
la forza della vita
la forza della vita
che ti trascinerà con sé
che sussurra intenerita:
"Guarda ancora quanta vita c'è!".


Paolo Vallesi (La forza della vita - Album: La forza della vita - Anno: 1992)
musica
28 aprile 2011
Vorrei



Vorrei conoscer l'odore del tuo paese,
camminare di casa nel tuo giardino,
respirare nell'aria sale e maggese,
gli aromi della tua salvia e del rosmarino.
Vorrei che tutti gli anziani mi salutassero
parlando con me del tempo e dei giorni andati,
vorrei che gli amici tuoi tutti mi parlassero,
come se amici fossimo sempre stati.
Vorrei incontrare le pietre, le strade, gli usci
e i ciuffi di parietaria attaccati ai muri,
le strisce delle lumache nei loro gusci,
capire tutti gli sguardi dietro agli scuri

e lo vorrei
perché non sono quando non ci sei
e resto solo coi pensieri miei ed io...

Vorrei con te da solo sempre viaggiare,
scoprire quello che intorno c'è da scoprire
per raccontarti e poi farmi raccontare
il senso d'un rabbuiarsi e del tuo gioire
;
vorrei tornare nei posti dove son stato,
spiegarti di quanto tutto sia poi diverso
e per farmi da te spiegare cos'è cambiato
e quale sapore nuovo abbia l'universo.
Vedere di nuovo Istanbul o Barcellona
o il mare di una remota spiaggia cubana
o un greppe dell'Appennino dove risuona
fra gli alberi un'usata e semplice tramontana

e lo vorrei
perché non sono quando non ci sei
e resto solo coi pensieri miei ed io...

Vorrei restare per sempre in un posto solo
per ascoltare il suono del tuo parlare
e guardare stupito il lancio, la grazia, il volo
impliciti dentro al semplice tuo camminare
e restare in silenzio al suono della tua voce
o parlare, parlare, parlare, parlarmi addosso
dimenticando il tempo troppo veloce
o nascondere in due sciocchezze che son commosso.
Vorrei cantare il canto delle tue mani,
giocare con te un eterno gioco proibito
che l'oggi restasse oggi senza domani
o domani potesse tendere all'infinito

e lo vorrei
perché non sono quando non ci sei
e resto solo coi pensieri miei ed io...


Francesco Guccini (Vorrei - Album: D'Amore di morte e altre sciocchezze - Anno: 1996)


musica
23 aprile 2011
Dear lie



Dear lie
You suck
You said you could fix anything
Instead I'm fucked
You made things even worse for me
If I had balls I'd tell you get away from me
Guess I'm not smart
I let you unnerve me
I let you control me
Afraid the truth would hurt me
When it's you that hurts me more

Get outta my mouth
Get outta my head
Get outta my mind
Stop puttin' words in my head
Get outta my mouth
You're nothing but trouble
Get outta my life
Get out of me
Out of me (out of me)
Out of me
Out of me lie
Lie lie lie lie

Dear lie
You're dumb
You think you've got the best of me
You think you won
Misread my vulnerability
I've got your walls
Now get the hell away from me
I've learned your art
Won't let you unnerve me
Won't let you control me
The truth will only free me
And your lies won't hurt no
No more

Lie lie
I've got
Your walls
Now get the hell away from me
I learned your art
Won't let you unnerve me
Wont' let you control me
The truth will only free me
And your lies won't hurt no
No more

Lie lie
Dear lie
Lie Lie Lie Lie
Lie Lie
Dear lie


TLC (Dear Lie - Album: Fanmail - Anno: 1999)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. testo canzone TLC Dear Lie Fanmail 1999

permalink | inviato da Principe Kamar il 23/4/2011 alle 20:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
musica
16 aprile 2011
Soulman


J'ai pas le regard de Spike Lee
J'ai pas le génie de De Vinci
J'ai pas les pieds sur terre
La patience de ma banquière
J'ai pas ces choses-là

J'ai pas la sagesse de Gandhi
L'assurance de Mohamed Ali
J'ai pas l'âme d'un gangster
La bonté de l'Abbé Pierre
Ni l'aura de Guevara

Je ne suis qu'un soul man
Écoute ça baby
Je suis pas un superman
Loin de là
Juste moi, mes délires
Je n'ai rien d'autre à offrir
Mais je sais qu'en vrai c'est déjà ça

J'ai pas le physique des magazines
J'ai pas l'humour de Charlie Chaplin
J'ai pas la science infuse
Le savoir-faire de Bocuse
Non je n'ai pas ces choses-là

J'ai pas la chance de Neil Armstrong
J'ai pas la carrure de King Kong
Plusieurs cordes à mon arc
La ferveur de Rosa Parks
Ni le courage de Mandela

Je ne suis qu'un soul man
Écoute ça baby
Je suis pas un superman
Loin de là
Juste moi, mes délires
Je n'ai rien d'autre à offrir
Mais je sais qu'en vrai c'est déjà ça

Je ne suis qu'un soul man
Je suis pas un superman
Juste moi, mes délires
Je n'ai rien d'autre à offrir
Mais je sais qu'en vrai c'est déjà ça

Moi j'aurais aimé être comme eux
Être hors du commun
J'ai bien essayé
J'ai fait de mon mieux
Mais quoi que je fasse
A la place

Je ne suis qu'un soul man
Écoute ça baby
Je suis pas un superman
Loin de là
Juste moi, mes délires
Je n'ai rien d'autre à offrir
Mais je sais qu'en vrai c'est déjà ça

Je ne suis qu'un soul man
Je suis pas un superman
Juste moi, mes délires
Je n'ai rien d'autre à offrir
Mais je sais qu'en vrai c'est déjà ça


Ben L'Oncle Soul (Soulman - Album: Ben L'Oncle Soul - Anno: 2010)
musica
4 aprile 2011
La cura



Ti proteggerò dalle paure delle ipocondrie,
dai turbamenti che da oggi incontrerai per la tua via.
Dalle ingiustizie e dagli inganni del tuo tempo,
dai fallimenti che per tua natura normalmente attirerai.
Ti solleverò dai dolori e dai tuoi sbalzi d'umore,
dalle ossessioni delle tue manie.
Supererò le correnti gravitazionali,

lo spazio e la luce
per non farti invecchiare.
E guarirai da tutte le malattie,

perché sei un essere speciale,
ed io, avrò cura di te.

Vagavo per i campi del Tennessee
,
come vi ero arrivato, chissà.
Non hai fiori bianchi per me?
Più veloci di aquile i miei sogni
attraversano il mare.


Ti porterò soprattutto il silenzio e la pazienza.
Percorreremo assieme le vie che portano all'essenza.
I profumi d'amore inebrieranno i nostri corpi,

la bonaccia d'agosto non calmerà i nostri sensi.
Tesserò i tuoi capelli come trame di un canto.

Conosco le leggi del mondo, e te ne farò dono.
Supererò le correnti gravitazionali,

lo spazio e la luce per non farti invecchiare.
TI salverò da ogni malinconia,
perché sei un essere speciale ed io avrò cura di te...
io sì, che avrò cura di te
.


Franco Battiato (La cura - Album: L'imboscata - Anno: 1996)

musica
1 aprile 2011
Something in the water



Doo doo doo doo doo doo doo doo doo doo

I wear a demeanor made of bright pretty things

What she wears, what she wears, what she wears

Birds singing on my shoulder in harmony it seems

How they sing, how they sing, how they sing

Give me nights of solitude,

red wine just a glass or two,

reclined in a hammock on a balmy evening

I'll pretend that it's no thing

that's skipping my heart when I think

are you thinking 'bout it babe? I'm crazy over you

Aaah Aaah Aaah Aaah Aaah Aaah

there's something in the water, something in the water

Aaah Aaah Aaah Aaah Aaah Aaah

There's something in the water, that makes me love you like -

I've got halo's made of summer, rhythms made of spring

What she wears, what she wears, what she wears

I got crowns of words a woven each one a song to sing

Oh I sing, oh I sing, oh I sing

Give me long days in the sun,

preludes to the nights to come

previews of the mornings laying in all lazy

Give me something fun to do

like a life of loving you

Kiss me quick now baby I'm still crazy over you

Aaah Aaah Aaah Aaah Aaah Aaah

there's something in the water, something in the water

Aaah Aaah Aaah Aaah Aaah Aaah

there's something in the water that makes me love you like I do

Oooh oooh oooh oooh oooh oooh oooh oooh

Oooh oooh

Give me nights of solitude,

red wine just a glass or two,

give me something fun to doooooo

Aaah Aaah Aaah Aaah Aaah Aaah

there's something in the water, something in the water

Aaah Aaah Aaah Aaah Aaah Aaah

there's something in the water that makes me love you like I do

Aaah Aaah Aaah Aaah Aaah Aaah

there's something in the water, something in the water

Aaah Aaah Aaah Aaah Aaah Aaah

there's something in the water that makes me love you like I

do do do do do do do do do do



Brooke Fraser (Something in the water - Album: Flags - Anno: 2010)

musica
19 marzo 2011
Vesti la giubba


Recitar! Mentre preso dal delirio,
non so più quel che dico,
e quel che faccio!
Eppur è d'uopo, sforzati!
Bah! sei tu forse un uom?
Tu se' Pagliaccio!

Vesti la giubba,
e la faccia infarina.
La gente paga, e rider vuole qua.
E se Arlecchin t'invola Colombina,
ridi, Pagliaccio, e ognun applaudirà!
Tramuta in lazzi lo spasmo ed il pianto
in una smorfia il singhiozzo e 'l dolor, Ah!

Ridi, Pagliaccio,
sul tuo amore infranto!
Ridi del duol, che t'avvelena il cor!


Da Pagliacci di Ruggero Leoncavallo

musica
18 marzo 2011
Nobody's Wife



I'm sorry for the times that I made you scream
for the times that I killed your dreams
for the times that I made your whole world rumble

for the times that I made you cry
for the times that I told you lies
for the times that I watched and let you stumble

It's too bad, but that's me
what goes around comes around, you'll see
that I can carry the burden of pain
'cause it ain't the first time that a man goes insane
and when I spread my wings to embrace him for life
I'm suckin' out his love, 'cause I, I'll never be nobody's wife

I'm sorry for the times that I didn't come home
left you lyin' in that bed alone
was flyin' high in the sky when you needed my shoulder

you're like a stone hangin' round my neck, see
cut it loose before it breaks my back, see
I've gotta say what I feel before I grow older

I'm sorry but I ain't gonna change my ways
you know I've tried but I'm still the same
I've got to do it my own way

It's too bad, but hey, that's me
what goes around comes around, you'll see
that I can carry the burden of pain
'cause it ain't the first time that a man goes insane
and when I spread my wings to embrace him for life
I'm suckin' out his love, I, I'll never be nobody's wife

It's too bad, but hey, that's me
what goes around comes around, you'll see
that I can carry the burden of pain
'cause it ain't the first time that a man goes insane
and when I spread my wings to embrace him for life
I'm suckin' out his love, I, I'll never be nobody's wife

Anouk (Nobody's Wife - Album: Together Alone - Anno: 1997)

musica
11 marzo 2011
Brighter Discontent



Got a brand new roof above my head
All the empty boxes thrown away
I rearranged the place
A hundred times today
But the ordering of objects
Couldn't hide what's missing


All these things should make me happy
Make me happy to be home again
All these things should make me happy
Make me happy to be alone again

Got myself a bottle of red wine
Got a night of nothing else to do
I think I might know
What I really want
But is a brighter discontent
The best that I could hope to find?

Got a big black television set
Now I can watch just what I want
But I'm here staring up
At pictures on the wall
And where are you,
You're still stuck inside them all

All these things should make me happy
Make me happy to be home again
All these things should make me happy
Make me happy to be alone again

But love is not these belongings
That surround me
Though there's meaning
In the memories they hold
A breaking heart in an empty apartment
Was the loudest sound I never heard

Got a desk I'll write myself a note
Pretending that it came from you

On hotel stationary
From the time we first met
Whatever I can do cause
I won't throw my hands up yet

All these things should make me happy
Make me happy to be home again
All these things should make me happy
Make me happy to be alone again

But love is not these belongings
That surround you
Though there's meaning
In the memories they hold
A breaking heart in an empty apartment
Was the loudest sound I never heard

Well I'll be find if
I dont look around me now
Too much for what's gone
If only I can wait here just a little while
And let time pass in my room.


The Submarines (Brighter Discontent - Album: declare a New State! - Anno: 2006)

musica
7 marzo 2011
Mar Desconocido



Barco en el mar, lejos de ti
El horizonte, linea sin fin
Nubes que llenan mi soledad
Pintan tu boca, parecen hablar

De esta tormenta no pasare
El fin del mundo no encontrare
Maderos crujen, el dia se va
Nube tan negra me llevara

De tanto y tanto navegar
Mis lagrimas caen al mar
El viento disuelve mi voz
No quedan noches entre los dos

Sin mapa ni guia cai en ti
En tu marea yo me perdi
Navegar a ciegas esta pasion,
Barco en las olas de tu corazon

Me pregunte cuando parti
Si esta corriente llegaba a ti
Solo quede con mi ilusion
Isla perdida de una ficcion

De tanto y tanto navegar
Mis lagrimas caen al mar
El viento disuelve mi voz
No quedan noches entre los dos

De tanto y tanto navegar
Mis lagrimas caen al mar
El viento disuelve mi voz
No quedan noches entre los dos

Pink Martini (Mar Desconocido - Album: Hey Eugene - Anno: 2007)
musica
6 marzo 2011
Over the Rainbow



Someplace where there isn't any trouble . . .Do you suppose there is such a place, Toto?
There must be.It's not a place you can get to by a boat or a train.It's far, far away . . .
Behind the moon, beyond the rain

Somewhere over the rainbow, way up high,There's a land that I heard of once in a lullaby.
Somewhere over the rainbow, skies are blueAnd the dreams that you dare to dream really do come true.
Someday I'll wish upon a starAnd wake up where the clouds are far behind me.
Where troubles melt like lemon drops
Away above the chimney tops, that's where you'll find me.
Somewhere over the rainbow, bluebirds fly,Birds fly over the rainbow, why then, oh why can't I?
If happy little bluebirds fly beyond the rainbow,Why oh why can't I?

Reprise (from scene in the witch's castle)
Someday I'll wake and rub my eyes,And in that land beyond the skies you'll find me.
I'll be a laughing daffodilAnd leave the silly cares that fill my mind behind me.
If happy little bluebirds fly beyond the rainbow,Why oh why can't I?

Complete Lyrics from the Original Sheet Music
When all the world is a hopeless jumbleAnd the raindrops tumble all around,Heaven opens a magic lane.
When all the clouds darken up the skyway,There's a rainbow highway to be found,Leading from your window pane to a place behind the sun,Just a step beyond the rain.

Somewhere over the rainbow way up high,There's a land that I heard of once in a lullaby,
Somewhere over the rainbow skies are blue,And the dreams that you dare to dream really do come true.
Someday I'll wish upon a star
And wake up where the clouds are far behind me,
Where troubles melt like lemon drops,Away, above the chimney tops, that's where you'll find me.
Somewhere over the rainbow bluebirds fly.Birds fly over the rainbow, why then, oh why can't I?
If happy little bluebirds fly beyond the rainbow,Why oh why can't I?

Judy Garland - Over the Rainbow (1939)

musica
28 febbraio 2011
Requiem


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Requiem Mozart cose mie università

permalink | inviato da Principe Kamar il 28/2/2011 alle 22:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
musica
27 febbraio 2011
Gymnopédies 3



Sono gli ultimi sforzi, non devo mollare, la stanchezza si fa sentire. Le correzioni alla tesi non stanno né in cielo e né in terra ma devo soddisfare i capricci dell'assistente caprone che non risponde neanche alle mail. Quindi domani dove, come e quando devo portargli a visionare le "sue correzioni"?
A me viene da piangere, il nervosismo l'ho già terminato da un pezzo, mentre l'ansia la vendo a tonnellate.
Entro lunedì prossimo devo consegnare la tesi firmata e timbrata; io ancora la devo portare a stampare e Dio solo sa quando lo potrò fare; figuriamoci farmela firmare.
Che amarezza!
musica
26 febbraio 2011
Gymnopédies 2



Scusatemi ma non ci sto proprio con la testa, confido nella giornata di domani di riuscire a rispondere ai commenti e a raccontare un po' questi giorni di fuoco caratterizzati da un grande freddo.
Sono troppo stanco e svuotato, non riesco a tenere il filo di un discorso vagamente logico.
Abbiate pazienza, ma intanto non smettete di inviarmi energie positive perché ne ho assolutamente bisogno. Vi abbraccio tutti!
Principe Kamar

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Erik Satie Gymnopédies musica cose mie

permalink | inviato da Principe Kamar il 26/2/2011 alle 22:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
musica
24 febbraio 2011
Gymnopédies 1



Sono troppo stanco per raccontare la giornata di oggi e per rispondere a tutti i commenti, magari lo faccio domani pomeriggio in un momento di pausa. Intanto vi chiedo di mandarmi energie positive fino a martedì affinché tutto vada bene. Incrociate le dita, magari è la volta buona che riesco a vedere il traguardo. Vi lascio questo bellissimo brano musicale di Erik Satie (1866-1925), dolce, nostalgico e malinconico ma non triste prorio come me ora.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Erik Satie Gymnopédies musica cose mie

permalink | inviato da Principe Kamar il 24/2/2011 alle 22:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
musica
22 febbraio 2011
End of the World



I don’t want to ride this roller coaster
I think I want to get off
But they buckled me down
Like it’s the end of the world
If you don’t want to have this conversation
Then you better get out
Cause we’re climbing to our death
At least that’s what they want you to think
Just in case we jump the track
I have a confession to make
It’s something like a cork screw

I don’t wanna fall, I don’t wanna fly
I don’t wanna be dangled over
The edge of a dying romance
But I don’t wanna stop
I don’t wanna lie
I don’t wanna believe it’s over
I just wanna stay with you tonight

I didn’t mean to scream out quite so loudly
When we screeched to a halt
I’m just never prepared
For the end of the ride
Maybe we should get on something simpler
Like a giant balloon
But I’ve got two tickets left, and so do you
Instead of giving them away to some stranger
Let’s make them count, come on
Let’s get back in line again and ride the big one

Don’t you want to fall, don’t you want to fly
Don’t you want to be dangled over
The edge of this aching romance
If it’s gonna end, then I wanna know
That we squeezed out every moment
But if there’s nothing left can you tell me why
That it is you’re holding onto me
Like it’s the end of the world


Matt Alber (End of the World - Album: Hide Nothing - Anno: 2008)

musica
12 febbraio 2011
Historia de un amor



Ya no estás más a mi lado, corazón.
En el alma sólo tengo soledad.
Y si ya no puedo verte,
¿Por qué Dios me hizo quererte?
¿Para hacerme sufrir más?

Siempre fuiste la razón de mi existir.
Adorarte para mi fue religión.
Y en tus besos yo encontraba
El calor que me brindaba
El amor y la pasión.

Es la historia de un amor,
Como no hay otro igual.
Que me hizo comprender
Todo el bien, todo el mal.
Que le dio luz a mi vida,
Apagándola después.
¡Ay que vida tan oscura!
¡Sin tu amor no viviré!

Es la historia de un amor.


Guadalupe Pineda & Los Tres Ases - Historia De Un Amor
musica
10 febbraio 2011
Nicuzza



Sutta la to finestra ci siminasti i sciuri
e dopu cincu misi garofani sbucciaru
su tutti bianchi e russi
comu la to facciuzza,
bedda tu si Nicuzza comu li sciuri to

Nicuzza duci, Nicuzza bedda
dunami dunami na vasatedda
amuri miu,gioia di l'arma
ni lu me cori lu focu carma
sugnu capaci pi ttia suffriri
siddu nu m'ami è megghiu muriri
siddu pi zitu tu scegli a mia
iu ti maritu quannu voi tu...


Fra tanti spasimanti sciglisti a mia pi zitu,
chi gioia ca mi dasti,
mi sentu to maritu
Nicuzza 'nzuccarata, dammi na vasatedda
gioia, quantu si bedda, la vita mia si tu!

Nicuzza duci, Nicuzza bedda
dunami dunami na vasatedda
amuri miu,gioia di l'arma
ni lu me cori lu focu carma
sugnu capaci pi ttia suffriri
siddu nu m'ami è megghiu muriri
siddu pi zitu tu scegli a mia
iu ti maritu quannu vo tu.


Tinturia (Nicuzza - Album: Abusivi (di necessità) -Anno: 1999)
musica
8 febbraio 2011
Raggio di Sole



Benvenuto raggio di sole,
a questa terra di terra e sassi,
a questi laghi bianchi come la neve,
sotto i tuoi passi,
a questo amore a questa distrazione,
a questo carnevale
dove nessuno ti vuole bene,
dove nessuno ti vuole male.
A questa musica che non ha orecchi,
a questi libri senza parole
benvenuto raggio di sole,
avrai matite per giocare
e un bicchiere per bere forte,
e un bicchiere per bere piano
un sorriso per difenderti e un passaporto per andare via lontano.
Benvenuto a questa finestra,
a questo cielo sereno
a tutti i clackson della mattina,
a questo mondo già troppo pieno
a questa strana ferrovia,
unica al mondo per dove può andare
ti porta dove tira il vento,
ti porta dove scegli di ritornare
A questa luna tranquilla,
che si siede dolcemente
in mezzo al mare c'è qualche nuvola ma non fa niente
perché lontano passa una nave,
tutte le luci sono accese
benvenuto figlio di nessuno,
benvenuto in questo paese.

Francesco De Gregori (Raggio di Sole - Album: De Gregori - Anno: 1978)

musica
5 febbraio 2011
Buona notte a Te


Buona notte amore
che sei così lontano;
e questo canto voli sopra il mare e sopra tutte le città
così leggero sulle strade
come una brezza e sappia dove andare
è una carezza: lascia un po' socchiuso e arriverà.

Buona notte amore
che dormi così poco
e lo so bene, non è per il caldo, e che non sono lì con te
e avrai una luce nella stanza
e come me nel cuore la speranza
di rivederti quando fa mattino e "non partire più".

Buona notte amore mio lontano
ti arriva questo canto
o forsi dormi già?
e più che sei distante e più che ti amo
tra le montagne e il mare:
buona notte a te.

Buona notte amore
le vedi le mie stelle?
Se vuoi provare guarda verso Genova
io sono un po' più in su
e non mi riesce di contarle,
così vicine che potrei toccarle
ma la più bella, la più luminosa l'ho lasciata giù.

Buona notte amore mio lontano
ti arriva questo canto
o forse dormi già?
e più che sei distante e più che ti amo
tra le montagne e il mare:
buona notte a te.


Fabio Concato (Buona notte a Te - Album: Fabio Concato - Anno: 1999)

musica
28 gennaio 2011
Furyo


musica
26 gennaio 2011
Hace frío ya



Está cansado el Sol de tanto y tanto caminar,
se va, se va, se va, se va.
Las sombras de la noche avanzan
lentamente sobre mí.
Hace frío ya, hace frío ya.
Bastaría solamente recibir una caricia,
para darte a ti mi corazón.


Qué es la vida, si no hay cariño,
es como un árbol que sin hojas se quedó.
Es como el viento, el frío viento,
que dejó triste y solitaria a la ciudad
y es la vida qué es, si faltas tú.

Me siento cual abeja que a la flor no vuela más,
que no vuela más, que no vuela más.
Quemada por el fuego de tu inmenso amor,
que apagado está, hace frío ya, hace frío ya.
Has borrado la sonrisa, que en mis labios florecía,
y tú sabes que no volverá.

Qué es la vida, si no hay cariño,
es como un árbol que sin hojas se quedó.
Es como el viento, el frío viento,
que dejó triste y solitaria a la ciudad
y es la vida qué es, si faltas tú.

Qué es la vida, mi amor si faltas tú.
Qué es la vida, si no hay cariño.

Qué es la vida, mi amor si faltas tú.


Nada - Hace frío ya (1969?)

musica
24 gennaio 2011
La chanson des vieux amants


Bien sûr nous eûmes des orages
Vingt ans d'amour c'est l'amour folle
Mille fois tu pris ton bagage
Mille fois je pris mon envol
Et chaque meuble se souvient
Dans cette chambre sans berceau
Des éclats des vieilles tempêtes
Plus rien ne ressemblait à rien
Tu avais perdu le goût de l'eau
Et moi celui de la conquête

Mais mon amour
Mon doux mon tendre mon merveilleux amour
De l'aube claire jusqu'à la fin du jour
Je t'aime encore tu sais je t'aime

Moi je sais tous tes sortilèges
Tu sais tous mes envoûtements
Tu m'as gardé de pièges en pièges
Je t'ai perdue de temps en temps
Bien sûr tu pris quelques amants
Il fallait bien passer le temps
Il faut bien que le corps exulte
Finalement finalement
Il nous fallut bien du talent
Pour être vieux sans être adultes

O mon amour
Mon doux mon tendre mon merveilleux amour
De l'aube claire jusqu'à la fin du jour
Je t'aime encore tu sais je t'aime

Et plus le temps nous fait cortège
Et plus le temps nous fait tourment
Mais n'est-ce pas le pire piège
Que vivre en paix pour des amants
Bien sûr tu pleures un peu moins tôt
Je me déchire un peu plus tard
Nous protégeons moins nos mystères
On laisse moins faire le hasard
On se méfie du fil de l'eau
Mais c'est toujours la tendre guerre

O mon amour...
Mon doux mon tendre mon merveilleux amour
De l'aube claire jusqu'à la fin du jour
Je t'aime encore tu sais je t'aime.

Jacques Brel (La chanson des vieux amants - Album: Jacques Brel (67) - Anno: 1967)

musica
15 gennaio 2011
Rossana Rossana (Berg e Rac)



Rossana, Rossana,
non ce la faccio più
a vivere col cuore
dentro il naso;
lontana, lontana
bellezza che eri tu,
lo specchio per sorridere di me
Io sono quello di ieri
che ti cantava nella notte,
e ho nelle mani soltanto
stelle rotte:
l'ombra perduta tra i rami
che non potevi mai vedere,
mentre quell'altro saliva
e ti faceva l'amore, l'amore, l'amore...
Rossana, Rossana,
il tempo vola e va,
non è più tempo
di chiamarti amore;
Rossana, rossana,
che brutta eternità
desiderarti e non averti mai.

Io sono l'altro di ieri
che non cantava nella notte,
aprivo solo la bocca,
facevo finta forte;
e ti ho bagnato d'amore
che non ne ho più nessuna voglia:
mentre quell'altro sognava,
sognava dietro la soglia, sognava

Rossana, Rossana,
che fame, amore mio,
ma quante bocche avevi
e quante mani?
vicina, vicina
ancora e sempre più
che bello fu distruggerci così

Rossana, Rossana,
adesso non lo so
se ho vinto io
o lui che ti sognava:
Rossana, canzone
che non ha scritto mai,
ma ripeteva all'infinito te

Roberto Vecchioni (Rossana Rossana (Berg e Rac) - Album: Blumùn - Anno: 1993)

musica
14 gennaio 2011
Cirano



Venite pure avanti, voi con il naso corto, signori imbellettati, io più non vi sopporto,
infilerò la penna ben dentro al vostro orgoglio perché con questa spada vi uccido quando voglio.

Venite pure avanti poeti sgangherati, inutili cantanti di giorni sciagurati,
buffoni che campate di versi senza forza avrete soldi e gloria, ma non avete scorza;
godetevi il successo, godete finché dura, che il pubblico è ammaestrato e non vi fa paura
e andate chissà dove per non pagar le tasse col ghigno e l'ignoranza dei primi della classe.
Io sono solo un povero cadetto di Guascogna, però non la sopporto la gente che non sogna.
Gli orpelli? L'arrivismo? All'amo non abbocco e al fin della licenza io non perdono e tocco,
io non perdono, non perdono e tocco!

Facciamola finita, venite tutti avanti nuovi protagonisti, politici rampanti,
venite portaborse, ruffiani e mezze calze, feroci conduttori di trasmissioni false
che avete spesso fatto del qualunquismo un arte, coraggio liberisti, buttate giù le carte
tanto ci sarà sempre chi pagherà le spese in questo benedetto, assurdo bel paese.
Non me ne frega niente se anch'io sono sbagliato, spiacere è il mio piacere, io amo essere odiato;
coi furbi e i prepotenti da sempre mi balocco e al fin della licenza io non perdono e tocco,
io non perdono, non perdono e tocco!

Ma quando sono solo con questo naso al piede
che almeno di mezz'ora da sempre mi precede

si spegne la mia rabbia e ricordo con dolore
che a me è quasi proibito il sogno di un amore;
non so quante ne ho amate, non so quante ne ho avute,
per colpa o per destino le donne le ho perdute
e quando sento il peso d' essere sempre solo
mi chiudo in casa e scrivo e scrivendo mi consolo,
ma dentro di me sento che il grande amore esiste,
amo senza peccato, amo, ma sono triste
perché Rossana è bella, siamo così diversi,
a parlarle non riesco: le parlerò coi versi, le parlerò coi versi...

Venite gente vuota, facciamola finita, voi preti che vendete a tutti un'altra vita;
se c'è, come voi dite, un Dio nell' infinito, guardatevi nel cuore, l'avete già tradito
e voi materialisti, col vostro chiodo fisso, che Dio è morto e l'uomo è solo in questo abisso,
le verità cercate per terra, da maiali, tenetevi le ghiande, lasciatemi le ali;
tornate a casa nani, levatevi davanti, per la mia rabbia enorme mi servono giganti.
Ai dogmi e ai pregiudizi da sempre non abbocco e al fin della licenza io non perdono e tocco,
io non perdono, non perdono e tocco!

Io tocco i miei nemici col naso e con la spada,
ma in questa vita oggi non trovo più la strada.
Non voglio rassegnarmi ad essere cattivo,
tu sola puoi salvarmi, tu sola e te lo scrivo:
dev'esserci, lo sento, in terra o in cielo un posto
dove non soffriremo e tutto sarà giusto.
Non ridere, ti prego, di queste mie parole,
io sono solo un' ombra e tu, Rossana, il sole,
ma tu, lo so, non ridi, dolcissima signora
ed io non mi nascondo sotto la tua dimora
perché oramai lo sento, non ho sofferto invano,
se mi ami come sono, per sempre tuo, per sempre tuo, per sempre tuo... Cirano.


Francesco Guccini (Cirano - Album: D'amore di morte e di altre sciocchezze - Anno: 1996)

musica
10 gennaio 2011
I say a little prayer



The moment I wake up
Before I put on my makeup
I say a little prayer for you
While combing my hair, now,
And wondering what dress to wear, now,
I say a little prayer for you

Forever, forever, you'll stay in my heart
and I will love you
Forever, forever, we never will part
Oh, how I'll love you
Together, together, that's how it must be
To live without you
Would only be heartbreak for me.

I run for the bus, dear,
While riding I think of us, dear,
I say a little prayer for you.
At work I just take time
And all through my coffee break-time,
I say a little prayer for you.

Forever, forever, you'll stay in my heart
and I will love you
Forever, forever we never will part
Oh, how I'll love you
Together, together, that's how it must be
To live without you
Would only be heartbreak for me.

My darling believe me,
For me there is no one
But you

Aretha Franklin (I say a little prayer - Album: Aretha Now - Anno: 1968)

musica
5 gennaio 2011
Sto per fare un sogno



Non svegliarmi ancora un momento
sto per fare un sogno fatto mai
Non svegliarmi c'è ancora del tempo
per rifare un sogno che scordai

forse mi trovavo nel rosso di qualche passione di qualche canzone
preso dall'ebbrezza di andare con l'animo acceso
da qualche ragione
una illusione o chissà un lampo
che a volte ti prende ma poi niente ti da
tu lascia che cresca con calma il seme del mio desiderio
voglio conoscere la parte più vera di me
forse riposavo sul verde di una nuova conquista
una terra mai vista pago di aver preso dal mondo
quel bene sperato il frutto più dolce
una certezza o chissà
un lampo che a volte ti prende
e poi tutto ti da

Non svegliarmi ancora un momento
perché quello che ho visto
è tutto vero è tutto vero
ancora un momento perché quello che ho visto
è tutto vero è tutto vero…


Mario Venuti (Sto per fare un sogno - Album: Mai come ieri - Anno: 1998)

musica
2 gennaio 2011
Les passants



Les passants passant, je passe mon temps a les regarder penser, leurs pas pressés, dans leurs corps lésés, leurs passés se dévoilent dans les pas sans se soucier.

Que, suspicieuse, à l'affût,
je perçois le jeu de pan, leurs visages comme des masques me fait l'effet repugnant, que faire semblant, c'est dans l'air du temps.

Passe, passe, passera
la dernière restera.
Passe, passe, passera
la dernière restera.

L'enfant n'est fait que de fêtes,
le fait est que l'effet se reflète à sa capacité de prendre le fait tel qu'il est
sans se référer à un système de pensée dans sa tête.

L'automne dèja, c'était l'été hier encore, le temps me surprend, semble s'accélérer, les chiffres de mon age, m'amènent vers ce moi rêver.

Passe, passe, passera
la dernière restera.
Passe, passe, passera
la dernière restera.

Chaque mois se joue dans des cycles différents,
c'est marrant ces remous qui m'animent à travers le temps d'un état à un autre,
j'oscille inexorablement.

Par les temps je cours à l'équilibre
chaque jugement sur les gens me donne la direction à suivre
sur ces choses en moi à changer
qui m'empêche d'être libre.

Les voix se libèrent et s'exposent dans les vitrines du monde en mouvement,
les corps qui dansent en osmose,
glissent, tremblent, se confondent et s'attirent irrésistiblement.

Par les temps je cours à l'expression,
chaque émotion ressentie me donne envie d'exprimer les non-dits
et que justice soit faite dans nos pauvres vies endormies.

Passe, passe, passera
la dernière restera.
Passe, passe, passera
la dernière restera.
Passe, passe, passera
la dernière restera.
Passe, passe, passera
la dernière restera.

Zaz
(Les passants - Album: Zaz - Anno: 2010)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. testo canzone Les passants Zaz 2010

permalink | inviato da Principe Kamar il 2/1/2011 alle 19:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
musica
28 dicembre 2010
That Man



I’m in a little bit of trouble
And I’m in real deep
From the beginning to the end
He was no more than a friend to me

The thought is makin’ me hazy
I think I better sit down
Cause like the sweetest serenade
Bet he knows he’s got it made with me


Twisting round on a carousel
This speeds’ too much to stop
One second I’m thinkin’ I’m feeling the lust
And then I feel a lot

That man is like a flame
And ooh that man plays me like a game
My only sin is I can’t win
Ooh I wanna love that man
Ooh that man is on my list
And ooh that man I wanna kiss
My only sin is I can’t win
Ooh I wanna love that man

Now it’s like I’m on a mission
Headed everywhere
And if it takes a little long
And it feels a little wrong who cares?

My baby fits the description
And does it easily
A little Gable, some Astaire
When he dances I can hardly breathe

Someone call a doctor
Need some help to rescue me
One second I’m thinkin’ I must be lost
And he keeps on findin’ me

That man is like a flame
And ooh that man plays me like a game
My only sin is I can’t win
Ooh I wanna love that man
Ooh that man is on my list
And ooh that man I wanna kiss
My only sin is I can’t win
Ooh I wanna love that man

Ooh, I’m gonna find that man
You bet ya, I’m gonna find that man
Ooh, I’m gonna find that man
I’m gonna find that, I’m gonna find that man


Caro Emerald (That Man - Album: Deleted Scenes from the Cutting Room Floor - Anno:
2010)
sfoglia
aprile       
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Feed
blog letto 1 volte