.
Annunci online

PrincipeKamar
Blog semi-serio di un Principe dalle Mille e Una Notte
 
 

Il mio profilo al 27/11/2005 data di nascita di questo blog:
Sono il Principe Kamar, figlio di re Shariman, erede al trono del Regno delle Isole Kalidan, attualmente in terra "straniera" (l'Italia), alla ricerca del mio grande amore la principessa Budur. Dopo lunghe avventure dalle Mille e una Notte, costernate di gioie e di dolori, dove il pericolo è sempre in agguato, riuscirò con l'aiuto dei Ginn e il provvidenziale aiuto della loro principessa Maimuna, a vivere come ogni fiaba si rispetti "e vissero felici e contenti"? Lo scopriremo insieme...
Seguite le mie avventure strampalate nel mio magico mondo, perché in fondo anch'io «Sono come il vento, non dirò mai che sono in procinto di partire perché, come il vento, non potrò mai dire: eccomi sto per arrivare». (Antonio Gades)

Il mio profilo oggi al 04/09/2009:
Per leggerlo clicca QUI.

I miei interessi
Amo la danza, l'arte e tutta la cultura in generale. Adoro ballare, leggere e sognare.
I sogni sono le uniche cose che mi sono rimaste e che mi mantegono ancora a galla in questa complicata e caotica vita moderna.

PER CONTATTARMI: principekamar[AT]gmail.com
eXTReMe Tracker

Heracleum blog & web tools Locations of visitors to this page ATTENZIONE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7/3/2001. Le immagini qui inserite sono pubblicate senza alcun fine di lucro, qualora la loro pubblicazione vìoli diritti d’autore vogliate comunicarmelo per una pronta rimozione. L’autore altresì dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei singoli post. Eventuali interventi dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. L’autore di questo blog si riserva il diritto di eliminare qualsiasi commento che ritenga non conforme allo spirito di questo spazio. Principe Kamar

Crea il tuo badge

DIARI
4 settembre 2009
Tema: Chi è il Principe Kamar?
Lo so mi faccio una marea di paranoie e seghe mentali inutili, sono lunatico, logorroico, imprevedibile, completamente matto, strano, complicato che adora complicarsi la vita, testardo, tranquillo, calmo, incostante, precisino, perfezionista, amante del caos ordinato, amante del bello, accalappia casi umani e situazioni surreali, introverso nei giorni dispari, estroverso in quelli pari o viceversa, timido a giorni alterni, esibizionista sempre a giorni alterni, tremendamente realista e tremendamente sognatore, impulsivo e riflessivo, iperattivo e l'oziosità fatta in persona, coraggioso e pauroso, testardo, acido, enigmatico, incomprensibile, affidabile, fedele, sincero anche troppo, spontaneo quando le circostanze lo permettono, assetato di giustizia e di verità anche scomode e poco piacevoli, ironico o almeno ci provo, passionale, con voglia di imparare cose nuove e diverse... e chi più ne ha ne metta!

Insomma sono un disastro della natura o un suo scherzo o il miglior capovaloro che la natura abbia mai fatto a seconda delle occasioni o del morale.

A volte penso di avere problemi di personalità multipla o di schizzofrenia o di essere posseduto da più entità che a seconda dei casi e delle occasioni prevalgono sulle altre entità.

Per non parlare poi dei miei due pregi/difetti principali:

1) l'estrema adattabilità a tutto e a tutti, tanto che a volte penso di essere la carta jolly di turno, quello che mette le pezze al culo a tutti o un barbapapà per la mia camaleonticità; e che a volte a causa della sua eccessiva flessibilità viene scambiato per un soprammobile per cui dove mi metti sto o viene accusato di mancanza di propositività nel gruppo perché è sì pur vero che l'unione fa la forza, ma il mio motto è che chi fa da sé fa per tre: meglio, prima e senza sprechi; efficiente ed efficace cosa voler di più?
Peccato solo che la mia estrema adattabilità/flessibilità nei momenti topici si rivela vincente e fulminea, ma nella vita di tutti i giorni è una gran rottura perché spesso perdo un sacco di tempo a scegliere su come, cosa, quando, dove, chi e perché che alla fine non mi raccapezzo più e per le stupidaggini terra terra faccio scegliere gli altri per risparmiarmi lo stress di scegliere e per risparmiare tempo.

2) se mi impegno riesco a fare di tutto bene e quando dico di tutto intendo proprio di tutto (almeno finora mentre scrivo, che poi per tagliar corto mi autoimpongo in una mia classifica ideale per non essere portato per certe cose anche per il fatto che magari neanche mi piacciono molto), ma finora non ho trovato quel "talento" che mi faccia fare un qualcosa benissimo meglio di tutti gli esseri viventi sulla faccia della Terra. Un talento che sia Mio e Mio soltanto che mi contraddistingua dagli altri, che mi renda speciale, in poche parole che mi caratterizzi e che mi riassumi. Ecco perché poi mi ritrovo spesso ad essere indeciso e a non avere la più pallida idea di che cosa voglio fare nella mia vita e a passare per quello con la faccia perennemente a punto interrogativo e perennemente insoddisfatto.

Su quest'ultimissimo punto occorre fare un passo indietro: non è che io sono l'eterno insoddisfatto è solo che non capisco perché bisogna accontentarsi quando si può avere di più, e per di più non intendo cose materiali anche se innegabilmente anche loro hanno una certa importanza.
Ad esempio se dovessi scegliere tra l'opzione X con certezza assoluta di Felicità al 50%, l'opzione Y con poche certezze che mi potrebbe fruttare una Felicità pari al 75%, e l'opzione Z con incertezza assoluta ma che mi potrebbe portare a un grado di Felicità pari al 100%; io senza ombra di dubbio opterei per la Z e al diavolo se poi mi ritroverò con un pugno di mosche e forse neanche quello.
E a niente serve che mio padre, il Re, mi ammonisca ricordandomi che così facendo potrei arrivare a non combinare niente nella vita e che se continuo così rischio di ritrovarmi solo e abbandonato, seguono di solito l'elenco con nomi e cognomi di persone a cui è toccata questa triste fine.
A me poco importa alla fine di rimanere solo, anche se devo ammettere che qualche volta mi pesa un sacco, ma poi mi accorgo che nella mia solitudine c'è un suo bizzarro equilibrio che rasenta la mia  beatitudine. Sì, per carità avere una persona al proprio fianco con cui condividere tutto è meglio, ma poi alla fine anche da soli non si sta malaccio.
Io non voglio e non riesco ad accontentarmi, sapendo che potrei avere di più; e quelle poche volte che l'ho fatto ho preso certe batoste che ne pago ancora oggi le conseguenze. Due esempi a caso sono: la Danza (avrei voluto fare il ballerino dall'età di 6/7 anni e ancora oggi che ho passato l'età anagrafica per farlo (ho 28 anni e mezzo) non ho trovato un lavoro sostitutivo e poi senza girarci attorno c'ho la fissa per la Danza, che credo sia l'unico rimpianto della mia vita e forse il "mio più grande errore") e l'università (sto impiegando 10 anni per una laurea in economia aziendale, che ne prevedeva 4 al vecchio ordinamento, che non mi piace per niente e che non ho alcuna intenzione di utilizzare, ma che voglio portare a termine solo per il fatto che non lascio le cose a metà e sono troppo orgoglioso per lasciar perdere!).

Partendo da questi pregi/difetti e dal fatto che quando m'hanno fatto si sono dimenticati di allegarmi il libretto delle istruzioni e degli usi, e che per chi come me che legge sempre qualsiasi etichetta o libretto di istruzione sa che "immane" tragedia sia; se ne deduce che: sono tutto e il contrario di tutto, sono fuori dagli schemi e sto "sempre in mezzo"!

Per sto "sempre in mezzo" non significa che sono un prezzemolino e mi faccio i cazzi degli altri, ma piuttosto che non sono né carne e né pesce in ogni situazione e che non ricado in nessuna categoria ben precisa (o almeno così mi sembra!). Se all'inizio mi sentivo "diverso" e ciò mi faceva soffrire, nelle mie lunghe riflessioni sono arrivato alla conclusione che no non sono diverso ma sono semplicemente: una voce fuori dal coro, eccentrica ed originale!

Perché mi sento né carne e né pesce? Prendiamo ad esempio l'amore, nella mia vita mi sono innamorato seriamente solo tre volte e di I********, di M**** G***** o meglio conosciuta su questo blog come MG e infine di M******. Il resto è stato solo frutto di flirt e storielle fini a sé stesse.
Ora qualcuno si domanderà perché non ho inserito A*** meglio conosciuta su queste pagine come Colla Attack, semplicemente perché sono un essere umano e sono fatto di carne e per una volta ho messo da parte il cuore ed ho dato il via libera agli ormoni con il risultato di una storia surreale che di amore aveva ben poco perché lei era solo un tantino psicopatica, eccessivamente gelosa e una stalker alle prime armi farlocca ed io ai primi campanelli d'allarme ho troncato tutto con tanto di famosa litigata stile tragedia greca mischiata a una sceneggiata napoletana, e giusto per non farci mancare mai niente, svolta di fronte a circa 400/500 persone all'università tra un cambio di aula di due corsi molto ma molto affollati, per la serie viva la discrezione e non si lavano i panni sporchi in pubblico...
Comunque è curioso notare che, fatemi passare il termine, con i "tre grandi amori della mia vita" non ho mai fatto sesso, anzi sono stati amori "quasi" a senso unico. Ora vi sembra normale?
Con I. era un misto di amore adolescenziale che ricordo con piacere e la differenza d'età era veramente un abisso (cinque anni più di me), è stato il mio primo vero amore: non dimenticherò mai quel ballo dietro le quinte del teatro, io più che impacciato le pestavo i piedi, scoordinato come non mai e rosso dall'unghia dell'alluce fino alla punta dei capelli.
Con MG è stato un amore cannibale e distruttivo, su questo blog ne ho già parlato ed è inutile dare spazio a 'na stronza zoccola che m'ha fatto passare le pene dell'inferno (dite che dovrei provare pietà per il suo attuale obeso fidanzato poiché non sa cosa gli aspetta? Mumble mumble... naaaaaaaaa non sono così buono fino a questo punto, preferisco che lo venga a scoprire da solo!).
Con M. è nato tutto in maniera strana ed è partito da una chat di balletto, passione comune, poi ci siamo scambiati i contatti msn, chiaccherate, sms, squilli, e-mail, gli ho corretto perfino una recensione pubblicata su una rivista specifica, corteggiamenti velati che man mano si facevano sempre più maliziosi da parte sua... è poi è stato quel sentirmi oggetto del desiderio, quel sentirmi amato che mi ha fatto capitolare oltre al piacere immenso che provavo dalla sua compagnia. Peccato poi che quando ci siamo incontrati per M. l'amore è svanito in un lampo (ma c'è mai stato in realtà?), per me è stato un colpo di fulmine nonostante mi ostinassi a negare l'evidenza e nonostante in realtà non ci sia stato nemmeno un bacio.

E ora colpo di scena: I. ed MG sono due ragazze, mentre M. è un ragazzo.
Sì, questo post era dedicato a lui, per una sua privacy ho sempre parlato di persona in senso generico senza specificare il sesso, e lui lo sapeva visto che leggeva il mio blog e poi era per non metterlo in imbarazzo. Che poi sia un coglione che crede che io sia un emerito deficiente e faccia finta di niente è un'altra storia! 'sti cazzi se io non sono sempre stato più che limpido, anzi trasparente nei suoi confronti e alla fine qualche risposta alle mie domande citate in quel post me le sarei pure meritata, visto che mi sono messo in discussione. Uh, sorpresa! Geniaccio che non sei altro stavo parlando di te e se non ci sei arrivato peggio per te, perché mancava solo che ti mandassi i piccioni viaggiatori (o l'ho fatto pure?) e che te lo dicessi in aramaico antico! Ora se per caso passi ancora di qua e per sbaglio cambiassi idea, la mia risposta sarebbe solo: 'sti cazzi! E alla fine ti canterei Je suis venu te dire que je m'en vais nella versione di Carmen Consoli e non di Serge Gainsbourg! Innamorato perso sì, ma no coglione fino all'ennesima potenza: c'è un limite a tutto.

Ecco se non vi è venuto un colpo e non siete stramazzati sulla tastiera del vostro pc per la sorpresa o per la caduta di un mito, il punto è che io ho amato veramente solo due ragazze e un ragazzo finora. Ciò significa che non ho la più pallida idea se sono etero, gay, bisex o a sto punto asessuale; quindi ne converrete con me che non sono nel vero senso della parola né carne e né pesce con l'unica certezza o quasi che io mi innamoro indipendetemente se quell'essere umano ha la farfallina o il pisellino. Ciò sta a significare che? Boh! Dopo M. non mi sono innamorato più di nessuno (e son passati già tre anni) e quindi non ho la più pallida idea di quali siano le mie vere preferenze e né i miei ormoni si sono degnati di darmi qualche indicazione precisa e per questo che ho il sospetto di essere asessuale: non mi smuove nessuno l'ormone! Perché dopo uh, carina/o! la domanda successiva è e quindi? Quindi, niente.

Insomma mi sento sospeso in attesa di un qualcosa che non ho la più pallida idea di cosa sia, alla ricerca di una maggiore consapevolezza di me stesso che sono sicuro mi possa fornire la strada della mia felicità. Ma intanto cosa faccio? Il tempo scorre per gli altri ma non per me:io sono sempre lo stesso o almeno così mi sembra.

Alla fine di tutta questa logorrea, se siete sopravvissuti fino a qui avrete capito che: la sintesi non è il mio forte, ho una coerenza contorta, che in linea generale sono tutto ciò che ho scritto pieno di pregi e di difetti e di miliardi di contraddizioni, che la punteggiatura non è il mio forte e che se ci dovessero essere dei periodi contorti è perché io sono contorto o degli errori/orrori di grammatica e sintassi qui poco importa, perché alla fine mi serviva mettere nero su bianco come sono e farmi una "foto" che mi ritragga in questo istante così come sono e infine "forse" questo post un senso non ce l'ha, ma era necessario scriverlo per Me.

  Principe Kamar


Ps: sono indeciso o meno se chiudere i commenti a questo post molto personale, ma alla fine opti di no perché non ho nulla da perdere e nulla da guadagnare, anzi l'aggiungo pure come link all'aggiornamento del mio profilo per far conoscere chi sono oggi; e se qualcuno mi volesse contattare può farlo o qui tra i commenti o sulla mia e-mail: principekamar[CHIOCCIOLA]gmail[PUNTO]com dove sostituirete alle parentesi quadre i rispettivi simboli, nella speranza di scoraggiare chi fa dello spam.
Per chi mi dovesse insultare, la cosa non mi tange, certo però che ne avete di tempo da perdere eh! Per chi volesse scrivere un post simile in cui si "descrive", dico che alla fine ci si sente veramente liberi e in pace con l'universo ma soprattutto con sé stessi.

sfoglia
agosto        ottobre
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Feed
blog letto 562291 volte