Blog: http://PrincipeKamar.ilcannocchiale.it

La quiete



Oggi giorno di quiete dopo un martedì e un mercoledì frenetici. Mi godo un meritato riposo mattutino di puro cazzeggio per ricaricare le pile perché da oggi pomeriggio si ricomincia. Intanto, mi rendo conto che:
  • se mi prendendo poco sul serio anche i bocconi amari scivolano giù facilmente, risulto più simpatico e meno acido-da-scopa-conficcata-nel-derrière;
  • martedì sera prima lezione di step gestita da solo anche se con coreografie non mie: un successo e lo scettro del comando mi piace assai;
  • mercoledì mattina ho partecipato alla presentazione di un libro banale sull'ovvio del mio ex relatore di tesi, giusto per fare un po' di pubbliche relazioni, e per la prima volta ho pensato meno male che abito in Culonia e non nel capuologo di provincia, perché ai ballottaggi di domenica non sarei riuscito ad andare a votare nemmeno turandomi il naso: tra uno di destra plurifallito e uno di sinistra pappa&ciccia con gente poco raccomandabile (vedi cricca dell'Aquila), l'astensione sembra la scelta migliore;
  • qualche volta la fortuna si ricorda di me, ora basta solo prepararsi a quello che mi chiederà indietro di sacrificare;
  • ho gli ormoni a palla che stanno sull'ottovolante perché se ieri mi fossi lasciato andare: la mattina avrei concupito il bel ragazzo rosso, l'unica cosa che mi ha reso la presentazione gradevole; il pomeriggio mi sono perso nel verde degli occhi di un neomaggiorenne e mentre mi parlava sognavo di rotolarmi (e non solo) con lui su prati verdi e lussureggianti come i suoi occhi; mi sono perso nel viso solare di una ragazza mora, mentre la immaginavo con me sulla spiaggia tra le mie braccia al tramonto; infine mi sono perso dietro il lato selvaggio e rude di un ragazzo con un sorriso dolcissimo. Ovvio che me li sarei fatti tutti e quattro, rischiando con gli ultimi tre dato i quasi 10 anni di differenza;
  • non è saggio fare esami con i due bonazzi del pomeriggio di fronte, soprattutto perché avrei buttato il pc dal tavolo e avrei utilizzato quest'ultimo come base d'appoggio per spiegare cos'è l'amore fisico; per fortuna la bonazza era distante, altrimenti non avrei combinato proprio un tubo. Giustamente perché il karma deve equilibrarsi, il resto dei candidati li avrei fotografati per usarli come armi di distruzione di massa: non credo che il tempo riesca a fare tutti questi miracoli.
  • Comunque essere notato da due su quattro, vuol dire che non sono proprio un cesso e se fossi stato più spavaldo con OcchiVerdi avrei combinato qualcosa. Sì, ma cosa? Non mi aiuta nemmeno il fatto che non mi ricordo il suo nome, però ricordo che fa il liceo scientifico e che è nato il 21 dicembre. Mannaggia a me!
  • In realtà parlo parlo ma alla fine non faccio niente perché... [COMPLETATE CON FRASE A PIACERE perché ho fatto voto di non parlarne più su questo blog ma voi lettori siete in gamba e sapete che 2+2=4; intanto mi appresto a fare l'ennesima cazzata].

Pubblicato il 26/5/2011 alle 10.45 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web